Agente di polizia del Campidoglio degli Stati Uniti morto dopo i disordini il 6 gennaio falso in onore

Brian Secnick, l’ufficiale di polizia del Campidoglio degli Stati Uniti assassinato, ha mentito in onore all’edificio del Campidoglio degli Stati Uniti martedì sera, permettendo ai suoi colleghi e legislatori che li hanno protetti di mostrare il loro rispetto e ricordare il violento attacco al Congresso che ha causato la sua vita.

Sicknick è morto dopo aver difeso il Campidoglio il 6 gennaio contro la folla che ha preso d’assalto l’edificio e ha fermato il conteggio elettorale dopo che l’allora presidente Donald Trump ha esortato i suoi sostenitori del National Mall a “combattere come un inferno” per invertire la sua sconfitta. La polizia del Campidoglio ha dichiarato in una dichiarazione che Seknik, morto il giorno successivo, è stato ferito “mentre interagiva fisicamente con i manifestanti”, sebbene la causa finale della morte non sia ancora stata determinata.

L’arrivo dei resti di Sicknick alle 21:30 ET è stato maestoso, con dozzine di Poliziotti del Campidoglio in allerta mentre portava il suo barattolo sopra i gradini del Campidoglio.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, accompagnato da sua moglie Jill, ha offerto i suoi rispetti una volta che i colleghi ufficiali di Sicknick lo hanno presentato.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e Jill Biden rendono omaggio al compianto ufficiale di polizia del Campidoglio Brian Secnick, morto il 7 gennaio per le ferite riportate mentre proteggeva il Campidoglio degli Stati Uniti durante l’attacco del 6 gennaio all’edificio. (Irene Schaff / Paul tramite Reuters)

C’è un periodo notturno di guardia della polizia del Campidoglio ei legislatori dovevano onorare una cerimonia mercoledì mattina. Nel corso della giornata è prevista una partenza cerimoniale per il cimitero nazionale di Arlington.

I membri del Congresso rimangono sconfitti dall’attacco e sono alle prese con ciò che significa non solo per il futuro del paese, ma per la loro sicurezza in quanto rappresentanti eletti. Mentre i legislatori sono stati uniti nel condannare le rivolte e il ruolo di Trump in esse, le parti sono ora in gran parte divise su come procedere.

I democratici hanno messo sotto accusa Trump una settimana dopo l’attacco e hanno inviato al Senato l’accusa di “incitamento alla rivolta”, dove è improbabile che i repubblicani producano i voti necessari per condannarlo. Nel frattempo l’edificio era isolato dal pubblico, circondato da grandi recinzioni metalliche e difeso dalla Guardia Nazionale.

I membri della polizia del Campidoglio rendono omaggio a Seknik, che è in onore della rotonda del Campidoglio. (Irene Schaff / Paul tramite Reuters)

Seknik, 42 ​​anni, di South River, New Jersey, è entrato nella Guardia Nazionale sei mesi dopo essersi diplomato al liceo nel 1997, quindi è stato schierato in Arabia Saudita e poi in Kirghizistan. È entrato a far parte della Polizia del Campidoglio nel 2008. Come molti agenti della Polizia del Campidoglio, ha spesso lavorato nella sicurezza nello stesso Campidoglio ed era noto a legislatori, dipendenti e altri che passavano attraverso le porte dell’edificio ogni mattina.

Rimangono delle domande sulla sua morte, che è stata una delle cinque a seguito dei disordini. Due agenti delle forze dell’ordine hanno detto che mentre la folla ha preso d’assalto, Seknik è stato colpito alla testa con un estintore. In seguito è crollato, è stato ricoverato in ospedale ed è morto. I funzionari non sono stati in grado di discutere pubblicamente l’indagine in corso e hanno parlato con l’Associated Press a condizione di anonimato.

I funzionari hanno detto che gli investigatori stanno anche esaminando se ha ingerito una sostanza chimica durante i disordini che potrebbero aver contribuito alla sua morte.

La presidente della Camera Nancy Pelosi e il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer hanno annunciato la scorsa settimana che Sicknick sarebbe stato onorato, che è dedicato a pochi eletti. In una dichiarazione congiunta hanno affermato che il suo eroismo “ha contribuito a salvare vite umane, a difendere il tempio della nostra democrazia e a garantire che il Congresso non sia sviato dal nostro dovere nei confronti della costituzione”.

Hanno detto che il suo sacrificio “ci ricorda ogni giorno il nostro dovere verso il nostro paese e verso le persone che serviamo”.

Un coraggio straordinario

In una lettera ai colleghi martedì, Pelosi ha detto che la polizia del Campidoglio aveva “dimostrato un coraggio straordinario” il 6 gennaio e ha esortato i membri a rispettarla. Ha inoltre incoraggiato i membri a sfruttare le risorse shock disponibili per il personale del Congresso.

Ha detto che proteggere il Campidoglio e i legislatori che lavorano lì era una “priorità assoluta” e sarebbero necessari fondi aggiuntivi per farlo. Durante l’offensiva, molti dei ribelli hanno invitato i membri, tra cui Pelosi. Hanno anche preso di mira il vicepresidente Mike Pence, che era nell’edificio per dirigere il conteggio delle elezioni.

Ha detto: “L’attacco dei ribelli del 6 gennaio non è stato solo un attacco al Campidoglio, ma un attacco shock contro i membri”.

READ  I gruppi palestinesi per i diritti umani chiedono di agire rapidamente dopo la decisione della Corte penale internazionale | Notizie della Corte penale internazionale

Sergio Venezia

<pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."</span></pre>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x