Borsa Italiana, commento alla seduta odierna (29 dicembre 2020)

L’indice headline di Milano oscilla a parità. In piazza Avari gli occhi si sono concentrati su Atlantia, che ha identificato come insufficiente la visione della Federazione Cdp di Aspi dell’88%

I principali indici europei rimangono in territorio piuttosto positivo, ma senza grandi differenze. Piazza Affari invece viaggia alla pari, un’altra giornata di scambi meticolosi e qualche evento societario. All’ordine del giorno, in mattinata, è stato posto I BOT sono semestrali Il controvalore di 6,5 miliardi di euro. L’asta ha confermato i ribassi negativi e storici dell’ultima asta.

Quindi alle 12.35 FTSEMib è salito dello 0,03% a 22.295 punti All Share è salito dello 0,07% a 24.277 punti. Sulla stessa linea si trovano Mid Cap (+ 0,48%) e Star (+ 0,38%).

Nell’arena degli affari, gli occhi indicati Atlantia (+ 2,12%). Il consiglio di amministrazione della holding ha definito “inadeguata” l’offerta di Cassa depositi e prestiti e dei fondi Blackstone e Macquarie per l’acquisto dell’88% di Autostrade in Italia. Secondo i rapporti del Sole24Ore, il consorzio avrebbe valutato asset per meno di 8 miliardi di euro. Atlantia è ancora in attesa di una proposta vincolante, che dovrebbe arrivare entro il 31 gennaio.

Anche loro hanno continuato positivamente Ferrari (+ 1,58%) e Campari (+ 1,18%). Invece, ne ha approfittato Pirelli (-1,44%).

Tra i banchieri i loro occhi MBBS (+ 0,48%). L’istituto comunica di aver ricevuto la decisione finale dalla Banca Centrale Europea in merito ai requisiti patrimoniali da soddisfare a partire dal 1 gennaio 2021. Di 25 punti base rispetto al 2020 Grazie alla recente attività ridicola: la banca deve quindi rispettare i requisiti patrimoniali complessivi SREP (SREP-TSCR requisiti patrimoniali totali10,75%. Requisiti minimi in termini di Coefficiente CET1 È pari all’8,74% mentre il rapporto relativo al coefficiente di capitale totale è del 13,44%.

READ  Agenzia delle Entrate e interpretazioni restrittive su Superbonus 110%

Occhi anche Crival (-0,21%). Come indicato dalla Consob nella comunicazione sui big stock, DWS Investment è salita al 5,754% del patrimonio della banca il 16 dicembre, per poi scendere al 4,587% il 21 dicembre.

Anche dalla newsletter della Consob Intesa San Paulo (-0,42%) al 18 dicembre C. B. Morgan Chase Ha ridotto la quota totale detenuta nel capitale della banca, passando dal 6,58% del 22 giugno al 4,385%. In dettaglio, l’1,127% è relativo ai diritti di voto attribuiti alle azioni, il 3,02% è relativo ad altre posizioni lunghe con regolamento fisico e monetario e il restante 0,238% è relativo a potenziale acquisizione.


Melania Cocci

<pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."</span></pre>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x