Il Giappone sta sviluppando satelliti in legno per inviarli in orbita entro il 2023

Il Giappone sta sviluppando satelliti in legno per inviarli in orbita entro il 2023
  • L’Università di Kyoto sta collaborando con la società forestale giapponese Sumitomo Forestry per sviluppare un satellite in legno da inviare in orbita.
  • L’idea è che un dispositivo in legno possa bruciare in sicurezza al rientro e creerà meno spazio per gli scarti.
  • I rifiuti spaziali stanno diventando una preoccupazione crescente tra gli esperti, i quali affermano che rappresenta un rischio ambientale.
  • Visita la home page di Business Insider per altre storie.

L’Università di Kyoto sta collaborando con un’azienda forestale giapponese per sviluppare satelliti in legno da lanciare in orbita entro il 2023, nel tentativo di ridurre i rifiuti spaziali. BBC Rapporti.

Il professore dell’Università di Kyoto e astronauta giapponese Takao Doi ha detto alla BBC che il vantaggio del satellite di legno è che se cadesse dall’orbita e bruciasse al ritorno, non rilascerebbe tante particelle nocive quanto i satelliti metallici.

“Siamo molto preoccupati per il fatto che tutti i satelliti che entrano nell’atmosfera terrestre bruciano di nuovo e creano piccole particelle di allumina che galleggeranno nell’atmosfera superiore per molti anni. […] “Alla fine influenzerà l’ambiente terrestre”, ha detto Doi.

L’Università di Kyoto e la foresta di Sumitomo inizieranno a sperimentare come le diverse specie di legno possono resistere alle dure condizioni della Terra, con l’obiettivo di sviluppare un legno in grado di resistere alle fluttuazioni selvagge della temperatura e della luce solare.

I rifiuti e i detriti spaziali stanno diventando una preoccupazione crescente tra gli esperti. “I detriti spaziali sono una preoccupazione crescente e la collisione di due enormi oggetti di detriti spaziali – di peso compreso tra una e dieci tonnellate – rappresenta il rischio ambientale maggiore”, ha affermato Daniel Ultrog, Direttore del Center for Space Standards and Innovation (CSSI). Interessato al business. Sebbene le stime varino, Oltrogge ha affermato che CSSI ritiene che al momento ci siano 760.000 oggetti più grandi di un centimetro in orbita.

READ  I ricercatori stanno ottenendo un teletrasporto sostenibile e ad alta fedeltà

Leggi di più: Le mappe blocco per blocco rivelano dove SpaceX dovrebbe offrire il servizio Internet satellitare Starlink a 642.000 case e aziende a prezzi competitivi

Questo numero è in costante aumento, soprattutto perché le società commerciali lanciano le proprie torri satellitari. SpaceX di Elon Musk ha lanciato online quasi 900 dei suoi satelliti ad alta velocità Starlink fino ad oggi e prevede di lanciarne tra i 12.000 e i 42.000 alla fine.

Amazon sta conducendo un progetto simile chiamato Project Kuiper Ricevuta approvazione FCC A luglio per lanciare 3.236 satelliti.

Giustina Rizzo

<div id="tw-container" class="YQaNob" data-cp="1" data-nnttsvi="1" data-sm="1" data-sugg-time="500" data-sugg-url="https://clients1.google.com/complete/search" data-uilc="en"> <div> <div class="jhH5U"> <div id="tw-ob" class="tw-src-ltr"> <div class="oSioSc"> <div id="tw-target"> <div id="kAz1tf" class="g9WsWb"> <div id="tw-target-text-container" class="tw-ta-container hide-focus-ring tw-nfl"> <pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."</span></pre> </div> <div id="tw-target-rmn-container" class="tw-ta-container hide-focus-ring tw-nfl"> <pre id="tw-target-rmn" class="tw-data-placeholder tw-text-small tw-ta" data-placeholder=""></pre> </div> <div class="iYB33c"> <div class="dlJLJe"> <div data-cviv="false" data-ved="2ahUKEwiOx_KV_9ntAhXSh-YKHWflBCAQz_AEMAB6BAgBEA8"> <div class="U9URNb"><img id="dimg_9" class="rISBZc M4dUYb" src="image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAABQAAAAUCAQAAAAngNWGAAAA/0lEQVR4AYXNMSiEcRyA4cfmGHQbCZIipkuxnJgMStlMNmeyD2dwmc8+sZgxYJd9ErIZFHUyYYD7fkr6l4/rnvmtl7+KitrqV/fq2Y5eLY3Z9S48eRLe7BmVZ9qhTLhQ0algzZWQOVKSsCF8OjAnwbxDTWFDUhPK/jMr1H6HE/IqRky2DyvCefuwItwZzodVoYRiLqMkVCXrwpJ9twZ+sgfDYEFYl8wIWxZ9uFf7zkallxlJh4YrLGsKjZRx7VGHhLqwgFUN45DGdb8MeXGpgB4ABZdeDcpZEY51A+hyLKz4S1W4MQWm3AibWtgWmk6dyISa1pSdyWTOlLXVp0+eL9D/ZPfBTNanAAAAAElFTkSuQmCC" alt="Community-verified icon" width="16" height="16" data-atf="0" /></div> </div> </div> <div id="tw-tmenu" class="tw-menu"></div> </div> </div> </div> </div> </div> <div id="tw-images"></div> <div class="dURPtb"></div> <div> <div></div> </div> </div> </div> </div> <div class="KFFQ0c"></div>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x