Il progetto Gold Award occupa il padiglione di Huntington – San Marino Tribune

Fotografia di Mitch Lehman / Tribune
Olivia Lee mostra le sue scatole di gufi e un assegno del Rotary Club di San Marino, che ha fornito assistenza finanziaria per il progetto Girl Scouts Golden Award.

La Biblioteca di Huntington ospita alcune delle attrazioni più famose del pianeta, ma difficilmente troverai il contributo di Olivia Lee alla proprietà. E ‘dubbio, infatti, che una persona possa entrare legalmente nei territori dove si trovano i prodotti artigianali delle Girl Scout sammarinesi.
Indipendentemente da ciò, i funzionari del famoso stabilimento accolgono con favore l’aggiunta. Lee sta per installare 30 scatole di gufi su Huntington Sacred Ground, sebbene non ci siano cartelli che ne dimostrino l’importanza.
“L’obiettivo del mio progetto è ridurre la quantità di roditori nella biblioteca di Huntington senza la necessità di utilizzare sostanze chimiche tossiche”, ha spiegato Lee, che ha scelto il progetto unico da presentare per il suo Gold Award. “La costruzione di queste casse attirerà i barbagianni, che speriamo creerà un equilibrio uguale tra predatori e prede”.
A meno che i roditori non siano controllati con metodi naturali, Huntington deve usare pericolosi pesticidi, che si fanno strada nella catena alimentare e uccidono o infettano gli animali desiderati.
Residente a San Marino e anziano a Flintridge Prep, Lee si è consultato con Jim Folsom, direttore di Telleen / Jorgensen degli Huntington Botanical Gardens, che ha introdotto l’idea, e Andrew Mitchell, segretario della Fondazione per gli oggetti fisici, che ha fornito la logistica. Lee ha costruito 30 scatole di gufi da zero, ciascuna di circa 2 x 2 x 4 piedi ciascuna e impiega circa due ore e mezza per realizzarle.

Fotografia di Mitch Lehman / Tribune
Olivia Lee è stata fotografata con mentori e sostenitori che hanno aiutato il suo progetto per il premio d’oro: Andrew Mitchell (a sinistra) e Jim Folsom della Biblioteca di Huntington, il presidente del Rotary Club di San Marino John Jones e il presidente del club Aaron Gill.

“Le mie scatole sono realizzate in compensato naturalmente impermeabile, quindi non verranno danneggiate in caso di maltempo”, ha aggiunto.

Fotografia di Mitch Lehman / Tribune
Olivia Lee, residente a San Marino, studentessa del Flintridge College Prep, ha completato il progetto del premio Golden Girl Scouts presso la Huntington Library.

Lee è un membro della Girl Scout Troop 3671 sin dall’asilo. Ha frequentato la Carver Elementary School e la Huntington Middle School prima di dirigersi alla Flintridge Prep. Olivia, la figlia di Jenny Lynn e Mike Lee, spera di frequentare il college sulla costa orientale e specializzarsi in psicologia. Olivia è la nipote di Joy ed ex sindaco di San Marino Dr. Matthew Lin.
Di fronte alla prospettiva di completare un progetto per guadagnare il più alto onore della Girl Scout, Lee ha sempre saputo che avrebbe finalmente bussato alla porta di Huntington.

READ  Unieuro propone un buono sconto di 50 €: dettagli e come ottenerlo

Mi ha detto: “Sapevo di voler dedicare il mio progetto alla Huntington Library, perché è un posto bellissimo e volevo aiutare in ogni modo possibile”. “Ci sono stato da quando avevo 5 anni ed era un posto dove io e la mia famiglia amavamo passare del tempo insieme”.

Ha richiesto e ricevuto una sovvenzione di $ 1.000 dalle San Marino Rotary Charities e ha raccolto più di $ 1.000 lei stessa per finanziare il progetto.
Mi ha detto: “Ringrazio sinceramente il Rotary Club per la generosa donazione, poiché non sarei stato in grado di completare il mio progetto senza il loro aiuto”. “Vorrei anche ringraziare Jim Folsom e Andrew Mitchell della Huntington Library per aver supportato il mio progetto in ogni modo possibile”.

Celestino Traglia

<pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."</span></pre>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x