Necrologio – Berkeley Willis Johnston – San Marino Tribune

Berkeley Willis Johnston

Berkeley Willis Johnston è morto il 9 gennaio 2021 con la sua amata moglie, Mariah, di 59 anni. Il suo viaggio pluriennale attraverso la malattia di Alzheimer non ha preso il suo sorriso, il suo senso dell’umorismo o l’amore sfrenato per le persone che lo circondano. Durante i suoi 84 anni, Burke ha influenzato molte persone con il suo entusiasmo e la sua passione per la vita. Amava stare con i suoi amici e la sua famiglia ed era pronto a invitare gli altri a unirsi alle sue molte passioni, che si trattasse di sci, zaino in spalla, equitazione, escursioni nelle montagne della Sierra o il Teton che ama così tanto.
Berkeley si è laureata alla Menlo Atherton High School e alla Stanford University (classe 59). Ha incontrato Maria mentre studiavano entrambi all’università. Si sono sposati nel 1961 e si sono trasferiti a San Marino dove hanno cresciuto i loro tre figli, Berkeley, Christine ed Eric.

Un caloroso e generoso ospite che non si stancava mai di restituire alla sua comunità, Berkeley trovò una così grande soddisfazione nel volontariato che entrò volentieri in azione sia che fosse a una festa di lavoro, una colazione a base di torta o una posizione di leadership. Burke ha gestito entrambe le squadre della lega minore dei suoi figli ed è stato presidente del San Marino junior. È stato anche Presidente del San Marino City Club, Presidente di Oneonta e Membro del Valley Club. Insieme, lui e Maria erano a capo del comitato dei diplomi serali al San Marino High School quando il loro figlio Eric si è laureato. Inoltre, ha ricoperto la posizione di capo della progressione del Boy Scout Troop 358, incoraggiando gli scout mentre avanzavano tra i ranghi. Era così orgoglioso di vedere i suoi figli e nipoti raggiungere il grado di Eagle Scout. Era un fedele sostenitore del Rotary Club; La sua appartenenza è durata 50 anni tra San Marino e Jackson Hole, ed è stata riconosciuta come un collega Paul Harris.
Burke era ugualmente a suo agio in un completo smussato a tre bottoni completo di una forte cravatta e fazzoletto da taschino mentre indossava pantaloncini corti da corsa, stivali da trekking o jeans, stivali e un cappello da cowboy. Ha goduto di grandi amicizie e cameratismo con altri appassionati di cavalli grazie alla collaborazione con Saddle Club, Sirloin Equestrian Club e Los Vaqueros del Desierto.
Burke ha dato la priorità alla celebrazione. Spesso era il primo ad arrivare e l’ultimo a lasciare la festa. Burke si è divertito a ospitare una fantastica serata fuori e se hai il privilegio di invitare, la tua mano non rimarrà mai vuota. Il suo intenso amore per la vita all’aria aperta lo ha portato a sciare fino alla fine degli anni settanta e non si è mai stancato di lunghe passeggiate nell’entroterra.
Berkeley ha iniziato la sua carriera finanziaria con una società regionale a Los Angeles prima di diventare proprietario e fondatore della sua società di intermediazione. Persona, cliente e amico sono sempre stati sinonimo di Berkeley. Ha vissuto la sua fede cristiana nella sua vita personale e professionale, sempre impegnato in un alto livello di morale. Era un partecipante attivo negli alunni delle classi della Lake Avenue Church, Pasadena e della First Baptist Church, Jackson Hole.
Dopo 25 anni di vacanza a Jackson Hole, Berkeley ha realizzato il suo sogno di vivere in questa splendida valle quando lui e Maria si sono trasferiti lì nel 1999 dopo il loro pensionamento. I discendenti di Berkeley conservano i loro ricordi di aver visitato “Noni e Bobby” nel Wyoming per trascorrere l’estate vagando per il torrente e passeggiando sul Lago String, così come il Natale bianco che hanno trascorso imparando a sciare e tagliare l’albero di Natale perfetto nei boschi.
Berkeley è sopravvissuto a sua moglie, Maria. La figlia Kristin Wendorff, suo marito David ei loro figli Nathan, Louisa, Emma e Greta Windorf; Suo figlio Eric Johnston; Nuora, Jackie Johnston e i suoi figli e coniugi, Emily e Ben Parker, Berkeley e Grace Johnston e Julia Johnston; E i suoi tre nipoti, Kensington, Lynley Parker e Robin Johnston. Berkeley è morto da suo figlio, Berkeley Johnston.

READ  L'italiana Sofia Gogia ha vinto di nuovo la Coppa del Mondo

Celestino Traglia

<pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."</span></pre>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x