Otto giovani sono stati trovati morti, soffocati alla festa di Capodanno

Morti per soffocamento alla vigilia di Capodanno. Otto ragazzi, di età compresa tra i 18 ei 20 anni, quattro ragazze e tanti ragazzi, hanno deciso di cuocere il pane in una casa di campagna vicino a Bosusi, nel sud della Bosnia ed Erzegovina al confine con la Croazia. Ma questa mattina quando alcuni parenti sono andati a cercarli, perché non rispondevano al cellulare da ore, sono stati trovati tutti morti. Milan Galic, capo della Questura regionale, ha detto che secondo i primi risultati, le morti tra i giovani lo sarebbero state Vapori da un generatore alimentato a gas per l’elettricità. Sei delle otto vittime erano Rakitno e due di Bossousi. La polizia e la magistratura stanno indagando sul dramma. Gli otto corpi saranno trasportati a Mostar dove verrà eseguita l’autopsia.

Il sindaco di Posušje ha annunciato che il comune e la contea dell’Erzegovina occidentale hanno tre giorni di lutto: venerdì, sabato e domenica. “È una tragedia senza precedenti che ha devastato tutto il nostro quartiere – dice il sindaco – non ho parole … Non riusciamo a riprenderci. Siamo con le famiglie delle vittime, quindi qualunque cosa abbiano bisogno, il comune non si tirerà indietro. Conosco personalmente alcune di queste famiglie, e non so cosa. Dico il contrario ».

I vicini hanno fatto la scioccante scoperta questa mattina. Sei delle otto vittime erano Rakitno e due di Bossousi. La polizia e la magistratura stanno indagando sul dramma. Gli otto corpi saranno trasportati a Mostar dove verrà eseguita l’autopsia.

READ  Clint Greenwood, The Closed Circuit Crime: What Happened

Sergio Venezia

<pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."</span></pre>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x