Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Nel pomeriggio di ieri (18 Maggio) i Segretari della FULCAS-CSU – Alfredo Zonzini e Gianluigi Giardinieri – hanno incontrato i Capigruppo consiliari: al centro del dibattito – richiesto dalla Federazione Servizi della CSU – la preoccupante situazione e le prospettive occupazionali dei dipendenti di Asset Banca e delle società del Gruppo.

E’ stato inevitabile allargare l’ambito degli argomenti oggetto di confronto anche alla situazione del settore bancario ed alla mancanza di informazioni sul progetto di riorganizzazione del comparto da parte del Governo e di Banca Centrale.

I Segretari della FULCAS-CSU hanno reso partecipi i rappresentanti delle forze politiche consigliari delle rilevanti preoccupazioni che stanno vivendo i dipendenti di Asset Banca a seguito del commissariamento e del successivo blocco dei pagamenti; a creare una forte apprensione è la totale mancanza di informazioni riguardo alle prospettive occupazionali ed alle soluzioni che interesseranno il futuro prossimo di tale istituto di credito.

I Segretari della FULCAS-CSU hanno stigmatizzato anche l’impossibilità di comunicare con i Commissari che si sono succeduti in questi mesi, nonostante una richiesta di incontro avanzata dalla CSU e dai dipendenti pochi giorni dopo il commissariamento; fatto ancor più grave è che gli appuntamenti fissati siano stati puntualmente disdetti poche ore prima e che, ad oggi, non ci sia stata nessuna occasione di dialogo e confronto.

La FULCAS-CSU ha chiesto ai rappresentanti delle forze politiche consigliari di farsi portavoce della assoluta ed indifferibile necessità di aprire un tavolo di confronto con l’obiettivo di confronto sulle prospettive del sistema bancario, con l’obiettivo di salvaguardare l’occupazione e le professionalità presenti nel settore. Riguardo, nello specifico, alla situazione dei Dipendenti di Asset Banca, la FULCAS-CSU ritiene indispensabile che si concertino il prima possibile le decisioni che riguarderanno le loro prospettive lavorative e la tutela dei posti di lavoro.

Mentre era in corso l’incontro tra la FULCAS-CSU ed i capigruppo consigliari, una delegazione di dipendenti è stata ricevuta in una stanza attigua da parte del Congresso di Stato – e successivamente da membri delle forze di opposizione – a seguito di una iniziativa nata all’interno della banca stessa. Riteniamo che in un momento di forte difficoltà e preoccupazione per questi lavoratori, sia indispensabile mantenere forte e coeso lo spirito di gruppo ed operare, assieme al Sindacato, per trovare le migliori soluzioni possibili che hanno come unico obiettivo la difesa del posto di lavoro. Tutte le altre legittime iniziative – siano esse individuali o di gruppo –non portano valore aggiunto e contribuiscono unicamente ad indebolire l’azione solidale a difesa dei propri diritti. Queste iniziative denotano chiaramente il tentativo di rompere il fronte dei lavoratori, con il miraggio di intraprendere scorciatoie che diano maggiori garanzie rispetto ad un confronto trasparente e condiviso.

FULCAS – CSU