Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Dopo una lunga, lunghissima seduta, l’assemblea dei soci di Cassa di Risparmio ha completato ieri l’ordine del giorno previsto per la riunione: nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione per il prossimo triennio e modifica allo statuto. Come previsto, la nuova governance della banca scende da 9 a 7 membri di cui 5 nominati dal socio di maggioranza, l’Eccellentissima Camera, e 2 dalla Fondazione San Marino Cassa di Risparmio Sums, secondo socio per importanza. Nessun nome invece per il terzo socio, la Società unione mutuo soccorso.

Nonostante le difficoltà emerse nelle riunioni di sabato, la Fondazione ha indicato i suoi due nomi. Si tratta di Filippo Francini, che assumerà la qualifica di vice presidente, e di Angelo Lazzari. Il primo è nato il 20 dicembre 1967 San Marino ed è l’unico sammarinese tra i 7. Dopo oltre 20 anni nel mondo bancario sammarinese, soprattutto in Euro Commercial Bank, dal dicembre 2014 a pochi mesi fa è stato direttore amministrativo dell’Iss. Il secondo, nato a Sarnico in provincia di Bergamo il 30 agosto 1968, da 10 anni è amministratore delegato della Arc Asset Management S.A., una management company lussemburghese, specializzata nella creazione e nella gestione di veicoli di investimento collettivi sia per investitori istituzionali e professionali, come banche, fiduciarie e società di gestione, sia per investitori privati e famiglie. Gli altri 5 componenti sono stati invece tutti scelti dal governo dopo che la minoranza si è astenuta dall’indicare il nome lasciato loro a disposizione in quanto – hanno spiegato nei giorni scorsi – i requisiti gli sono stati inviati soltanto 24 ore prima della scadenza indicata dall’Esecutivo.

A prendere il posto di Pietro Giacomini alla presidenza è quindi Nicola Romito. Attualmente – si legge nel curriculum – è il presidente della Power Capital, società di consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio per Investitori Istituzionali e Family Office. L’azienda si occupa anche di: acquisizione, trasformazione e vendita di asset mobiliari e immobiliari, con particolare riferimento ai settori delle energie rinnovabili; acquisizione di partecipazioni, consulenza finanziaria e strutturazione di operazioni di finanza mobiliare e immobiliare; raccolta di capitali e infine ristrutturazione del debito. Romito ha alle spalle una brillante carriera nel gruppo Monte dei Paschi di Siena di cui è stato per 6 anni vice direttore generale. Dal dicembre 2010 all’aprile 2013 è stato vice presidente di Asset Management Holding, poi diventata ANIMA Holding Spa. Si tratta – si legge sul proprio sito – di un operatore indipendente leader in Italia dell’industria del risparmio gestito, con un patrimonio complessivo in gestione di circa 73 miliardi di euro, più di 100 partner distributivi e circa 1 milione di clienti (a fine dicembre 2016) che svolge le funzioni di coordinamento e di indirizzo strategico. L’azienda è quotata nell’indice FTSE Italia Mid Cap della Borsa di Milano.

Altro consigliere è Luigi Borri, nato a Poggibonsi, Siena, il 30 maggio 1964. Attualmente, si legge sul curriculum, riveste numerosi incarichi: presidente Artexport spa; vice presidente Artarredi France sa; consigliere Desa finanziaria srl; consigliere Sansedoni Agency srl (Sansedoni spa- Fondazione MPS); consigliere Amministrazione UBAE Banca spa; presidente del comitato Remunerazione e Governance della Banca Ubae spa; componente del comitato Supervisione rischi della banca Ubae spa. Negli ultimi 10 anni è stato presidente o membro del Cda di diverse banche e società finanziarie.

Il terzo nome “governativo” è quello di Giuliana Michela Cartanese, avvocato nata il 31 gennaio 1980 a San Severo, Foggia. Autrice di numerose pubblicazioni e consulenze, dal 2016 è docente presso la Scuola Allievi Finanzieri della Guardia di Finanza e docente di diritto tributario presso la facoltà di Scienze Umane – LUDES Higher Education Institute SWISS – Lugano.

Nel Cda c’è anche Massimo Cotella, con una lunga carriera principalmente nel Gruppo Unicredit dove ha coperto incarichi di responsabilità vari tra cui la responsabilita dell’Ufficio di Chicago, incarichi a New York e Tokyo in Finanza nonchè Tesoriere di Credito Italiano. Nel 2006 – riporta il curriculum – assume il ruolo di DG di 2S Banca e poi di AD di SGSS Spa. Nel 2011 viene chiamato a Parigi dove gli viene assegnata la responsabilità globale della parte Commerciale di SG Securities Services. Nel 2015 lascia definitivamente Parigi per dedicarsi ad attività consulenziali strategiche.

Il quinto nome è quello di Andrea Rosa cittadino italiano, nato a Verona l’11 luglio 1976, residente a San Marino dal 2005 e sposato con una sammarinese. Dal 2007 è direttore Amministrazione Vendite e Formazione presso la Passepartout SpA, nota azienda di San Marino di servizi e software gestionale per imprese e professionisti.  “Il nuovo Consiglio di Amministrazione – scrive la Cassa in una nota – entrerà effettivamente in carica dopo che saranno state espletate le formalità di rito”.