Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

L’Unione Sammarinese dei Commercianti punta il dito contro la Segreteria al Turismo in merito alla questione del trenino su gomma “San Marino by Train”. L’ultima corsa del mezzo di trasporto che collegava Borgo Maggiore a San Marino Città era datata 31 gennaio e dopo qualche mese di stop l’accordo con è stato rinnovato dal governo lo scorso 3 aprile.

“Da anni – si legge nel comunicato a firma dell’Unione Sammarinese dei Commercianti – si è in attesa di un cambiamento di metodo, dialogo, collaborazione e sinergie fra l’associazione e la Segreteria al Turismo. L’Unione dei commercianti si ritiene profondamente delusa dalla modalità con cui la Segreteria al Turismo ha gestito l’accordo con la ‘San Marino By Train’ vanificando il lavoro di mediazione svolto negli ultimi anni fra gli operatori del centro storico. Leggendo il verbale dell’incontro, tenutosi il 20 gennaio u.s., avevamo percepito l’apertura tanto sperata da parte della Segretaria (il nuovo Governo appena insediato si rifugiò dietro all’espressione “è uno stallo solo temporaneo”, ndr) Forse però il modus operandi non è cambiato!”

“L’associazione – prosegue il comunicato – aveva proposto i punti chiave per non creare squilibri nella distribuzione dei flussi turistici del Centro Storico. A tal fine era stato promesso all’Unione commercianti ed alle altre parti in causa un ulteriore incontro mai avvenuto e indicato nella mail del 31 gennaio. Lo si attendeva prima della firma dell’accordo proprio perché annunciato. I tavoli a cui hanno partecipato i nostri rappresentanti, dopo quella data, riguardavano altre tematiche e non la questione  “trenino”.  L’Unione – sottolinea – prende le distanze dalle risultanze di questa vicenda”.