Un’immagine della famosa alba alla vigilia di Natale | Mondo umano

Metà della Terra fluttua nel cielo nero sopra la superficie grigia del cratere lunare.

24 dicembre 1968, dall’equipaggio dell’Apollo 8. Non è bella? Non è proprio un’alba terrena, ovviamente. Come visto da qualsiasi punto sul lato vicino della luna, la Terra non sorge o tramonta, ma semplicemente si blocca in un punto nel cielo della luna. Gli astronauti hanno visto l’ascesa della Terra perché si stavano muovendo in un veicolo spaziale sopra la superficie della luna.

La vigilia di Natale del 1968, William Anders, a bordo della navicella spaziale Apollo 8, puntò la sua macchina fotografica verso la Terra e scattò questa immagine ormai leggendaria. Era un’immagine che mostrava agli umani una nuova prospettiva, con la luna in primo piano e la Terra che fluttuava nello spazio lontano. L’immagine iconica ha contribuito a stimolare il movimento ambientale.

EarthSky Lunar Calendar mostra le fasi lunari ogni giorno 2021. Ordina subito il tuo prodotto prima che vada!

Science Visual Studio della NASA ha rilasciato il video qui sotto in occasione del quarantacinquesimo anniversario dell’immagine ora conosciuta come “Earthrise”. Il sito dell’Apollo 8 è stato ricreato e ciò che gli astronauti hanno visto attraverso i finestrini della navicella e lo hanno abbinato al suono del volo.

Puoi ascoltare le voci degli astronauti dell’Apollo 8: il capitano Frank Borman e i membri dell’equipaggio William A. Anders e James A. Lovell. Sulla quarta orbita degli astronauti della Luna, Bormann ha ruotato la loro navicella spaziale, mettendoli in grado di catturare la Terra verso l’alto sopra l’orizzonte lunare. Il video trasmette i momenti emozionanti mentre sono sorpresi dalla vista per la prima volta e lottano per ottenere un film a colori per catturare la foto importante, scherzando sul fatto che la foto non faceva parte del loro programma.

READ  Ketchikan non è stato in grado di utilizzare i primi vaccini COVID-19 perché non erano abbastanza freddi

Dan Rather ha descritto l’immagine iconica nel suo libro, Ciò che ci unisce. Spiega come una Terra pacifica cattura nell’oscurità dello spazio e cosa stava realmente accadendo sul pianeta in quel momento della storia:

Questa foto molto calma e mozzafiato è stata scattata alla fine di un anno tumultuoso. Era la vigilia di Natale del 1968, ma da lì non avresti mai saputo che una guerra calda infuriava in Vietnam o che la Guerra Fredda stava dividendo l’Europa. Non conoscerai gli omicidi del dottor Martin Luther King, Jr. o Bobby Kennedy. Da questa distanza le persone sono invisibili, così come le città, i paesi e i confini nazionali. Tutto ciò che ci separa etnicamente, culturalmente, politicamente e spiritualmente è assente dal quadro. Quello che vediamo è un fragile pianeta che si fa strada attraverso l’espansione dello spazio.

Con il clic del pulsante di scatto, la nostra astronave, la Terra e tutti gli altri a bordo, sono stati catturati dai primi umani che si avventuravano oltre i limiti della gravità terrestre e ci hanno fornito un’immagine migliore della nostra casa.

Nel cielo nero, una striscia verde brillante si allarga a un'estremità.

L’Apollo 8 ritorna nell’atmosfera terrestre, come fotografato da un aereo KC-135A della US Air Force a 40.000 piedi. Foto via elakdawalla su Twitter.

Conclusione: Earthrise è un’immagine iconica scattata dall’astronauta William Anders nella quarta orbita della Luna a bordo dell’Apollo 8 il 24 dicembre 1968.

Fare clic qui per leggere ulteriori dettagli sulla visualizzazione della NASA.

Deborah Bird

Giustina Rizzo

<div id="tw-container" class="YQaNob" data-cp="1" data-nnttsvi="1" data-sm="1" data-sugg-time="500" data-sugg-url="https://clients1.google.com/complete/search" data-uilc="en"> <div> <div class="jhH5U"> <div id="tw-ob" class="tw-src-ltr"> <div class="oSioSc"> <div id="tw-target"> <div id="kAz1tf" class="g9WsWb"> <div id="tw-target-text-container" class="tw-ta-container hide-focus-ring tw-nfl"> <pre id="tw-target-text" class="tw-data-text tw-text-large XcVN5d tw-ta" data-placeholder="Translation"><span lang="it">"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."</span></pre> </div> <div id="tw-target-rmn-container" class="tw-ta-container hide-focus-ring tw-nfl"> <pre id="tw-target-rmn" class="tw-data-placeholder tw-text-small tw-ta" data-placeholder=""></pre> </div> <div class="iYB33c"> <div class="dlJLJe"> <div data-cviv="false" data-ved="2ahUKEwiOx_KV_9ntAhXSh-YKHWflBCAQz_AEMAB6BAgBEA8"> <div class="U9URNb"><img id="dimg_9" class="rISBZc M4dUYb" src="image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAABQAAAAUCAQAAAAngNWGAAAA/0lEQVR4AYXNMSiEcRyA4cfmGHQbCZIipkuxnJgMStlMNmeyD2dwmc8+sZgxYJd9ErIZFHUyYYD7fkr6l4/rnvmtl7+KitrqV/fq2Y5eLY3Z9S48eRLe7BmVZ9qhTLhQ0algzZWQOVKSsCF8OjAnwbxDTWFDUhPK/jMr1H6HE/IqRky2DyvCefuwItwZzodVoYRiLqMkVCXrwpJ9twZ+sgfDYEFYl8wIWxZ9uFf7zkallxlJh4YrLGsKjZRx7VGHhLqwgFUN45DGdb8MeXGpgB4ABZdeDcpZEY51A+hyLKz4S1W4MQWm3AibWtgWmk6dyISa1pSdyWTOlLXVp0+eL9D/ZPfBTNanAAAAAElFTkSuQmCC" alt="Community-verified icon" width="16" height="16" data-atf="0" /></div> </div> </div> <div id="tw-tmenu" class="tw-menu"></div> </div> </div> </div> </div> </div> <div id="tw-images"></div> <div class="dURPtb"></div> <div> <div></div> </div> </div> </div> </div> <div class="KFFQ0c"></div>

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x