5 punti di discussione mentre Francia e Irlanda cercano titoli del Sei Nazioni

Il Guinness World Records Sei Nazioni 2022 raggiunge il culmine sabato con Francia e Irlanda in lizza per il titolo.

La Francia, che affronterà l’Inghilterra a Parigi, sa che una vittoria darà loro il primo titolo del Sei Nazioni e del Grande Slam dal 2010, mentre l’Irlanda deve battere la Scozia – e poi sperare che l’Inghilterra possa rovesciare i Blues – per privarli dei titoli.

Ecco uno sguardo ad alcuni dei punti chiave di discussione che si dirigono nel cosiddetto Super Saturday.

La Francia può finire il lavoro?

È passato molto tempo tra un drink e l’altro per i francesi che inseguivano l’argento delle Sei Nazioni e facevano piazza pulita 12 anni dopo essere stati incoronati per l’ultima volta re d’Europa. In quell’occasione, l’Inghilterra era la loro avversaria allo Stade de France, quando i Blues ottennero una nervosa vittoria per 12-10 su una squadra che includeva artisti del calibro di Mike Tindall, Chris Ashton, Danny Kerr, Dylan Hartley e Louis Moody. La Francia ha estromesso l’Inghilterra in sette delle 11 precedenti partite del Sei Nazioni di Parigi, ma la pressione aumenterà con l’obiettivo della gloria 18 mesi prima di ospitare la Coppa del Mondo. La caratteristica della casa e una folla di 81.000 spettatori suggeriscono che è tutto a favore della Francia, però, in un’occasione calda.

L’Inghilterra è abbastanza brava per essere un rompicapo

La squadra di Eddie Jones non ha goduto di una campagna vintage, perdendo contro Scozia e Irlanda, mentre ha battuto il Galles nonostante avesse ricevuto tre tentativi e una vittoria di routine sull’Italia. Sono arrivati ​​​​quinti nel campionato della scorsa stagione e potrebbe anche essere quello il punto in cui sono finiti questa volta, ma la loro prestazione nelle avversità contro l’Irlanda darà alla Francia molte idee. Nonostante Charlie Ewells sia stato espulso entro due minuti, i 14 giocatori in Inghilterra sono stati stimolanti, pareggiando 15-15 fino a quando i loro avversari si sono ritirati alla fine dell’ultimo quarto. L’Inghilterra dovrà confrontarsi con i Bleus – come ha fatto il Galles contro di loro la scorsa settimana – per provocare la loro scossa e instillare dubbi su se stessi.

READ  Simon Yates vince la sua prima esperienza in un Grand Tour al Giro d'Italia | Giro d'Italia

Gioco d’attesa per l’Irlanda

La squadra dell’allenatore irlandese Andy Farrell rimane in lizza per il titolo (Brian Lawless/PA)

L’Irlanda occupa il secondo posto sabato, con la Scozia che ospiterà a Dublino dopo che Galles e Italia si sono concluse al Principality Stadium. L’Irlanda è a due punti dalla Francia, quindi una quarta vittoria in questa competizione la metterà in testa alla classifica con più di un’ora prima dell’inizio di Les Bleus. La sconfitta contro gli scozzesi – e nient’altro che la perdita di un punto in più – significa che la Francia è incoronata campione prima che si esauriscano a Parigi. Considerando che l’Irlanda ha vinto 10 delle ultime 11 partite contro la Scozia e non è rimasta imbattuta in casa dal 2010, un successo scozzese sembra improbabile. Se è modellato, tutto ciò che i ragazzi di Andy Farrell possono fare è sedersi, guardare e aspettare.

Il Galles sceglierà Alon Wayne Jones?

Per la seconda volta in nove mesi, gli alunni di seconda elementare in Galles hanno sfidato le aspettative mediche. La scorsa estate, è stata una rapida rimonta che ha sfidato le probabilità a causa di un infortunio alla spalla per guidare i British e Irish Lions nella loro serie di test contro il Sud Africa, poi dopo aver subito un altro infortunio alla spalla in ottobre, ha subito due operazioni e ha previsto che non lo farà giocherà ancora fino a fine stagione.Jones è tornato con la nazionale del Galles ed è stato disponibile per la selezione contro l’Italia. Fa un’interessante selezione per l’allenatore del Galles Wayne Bivac, ma dovrebbe essere “less is more” in termini di inclusione del 36enne Jones per la Coppa del Mondo 2023. Will Rowlands e Adam Bird hanno eccelso in assenza di Jones, con Seb che blocca l’opzione Un altro Davis, però, quindi la 150esima apparizione di Jones in Galles potrebbe non essere questo fine settimana.

READ  Dal suo rapporto con Conte in Internazionale, Vidal ha detto: "La Juventus resta il nostro numero uno".

Italia – sette anni e il numero è in crescita

Il dibattito sugli alti e bassi del Sei Nazioni non si è spento, il che non sorprende vista la continua lotta dell’Italia. Non hanno vinto una partita del torneo dal 2015, perdendo gli ultimi 36 test del Sei Nazioni, con quasi la metà di quelle sconfitte di 30 punti o più. Il cucchiaio di legno è loro per la settima stagione consecutiva e sabato arriveranno a Cardiff dopo aver perso 39-11 nelle precedenti visite al Sei Nazioni. Il Galles sa che la vittoria dei punti bonus può spingerlo tra i primi tre, e si riscalderà dopo la sconfitta per 13-9 contro la Francia l’ultima volta che il capitano Dan Biggart li ha lasciati “disturbati”. Non fa ben sperare per gli azzurri.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x