Afferrando il terzo posto in una trilogia che esplora la mafia attraverso gli occhi di un adolescente – l’originale Sen

Questo non è un film mafioso tradizionale. Carpignano non fa un thriller. Né indaga sulla ‘ndrangarta o sulla mafia locale. Non giudicare nessuno dei personaggi. chiara È una storia sul mondo visto da questa ragazza adolescente. Il film è in parte lo studio del personaggio e in parte l’età adulta.

Questo senso del carattere e della familiarità è accresciuto dallo stile e dal tono del film. Lo ha filmato in stile documentaristico, tenendo la telecamera vicino a Kiara. Anche lei è un personaggio interessante. Amando la sua famiglia, ma anche crudele, con i pregiudizi della sua stessa allieva, il film si basa sulle sue scelte, determinazione e indipendenza che la portano a una svolta nella sua vita.

Il tono e la struttura della storia del film sono naturali e realistici. Carpignano non impone enormi momenti di tumulto nel film, o punti della storia in cui i personaggi hanno improvvisi cambiamenti di carattere per aumentare il dramma o portare la storia a una conclusione drammatica. Stiamo vivendo ciò che Chiara vive e, ancora una volta, questo documentario serve a mantenere intima la storia.

Sorprendentemente, nessuno degli attori è professionale e sono tutti imparentati nella vita reale. La famiglia di Chiara è la sua vera famiglia e tra loro c’è Claudio Rotolo che sullo schermo interpreta suo padre, molto potente nel film.

READ  Little Italy Summer Film Festival, le scarpe nel parco

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x