Aggiornamento 1 – L’italiano Draghi afferma che il G7 dovrebbe essere sincero sulla Cina

(Draghi aggiunge al progetto Belt and Road per Italia e Cina)

CARBIS BAY, Inghilterra, 13 giugno (Reuters) – Il primo ministro italiano Mario Draghi ha affermato che il Gruppo dei Sette paesi dovrebbe essere sincero sulle differenze tra Occidente e Cina nella sua dichiarazione post-vertice che ha invitato Pechino su questioni che vanno dai diritti alle origini del coronavirus.

“È un paese autoritario che non aderisce alle regole multilaterali e non condivide la stessa visione del mondo che hanno le democrazie”, ha detto Draghi ai giornalisti domenica dopo il vertice del Gruppo dei Sette in Gran Bretagna.

“Abbiamo bisogno di cooperazione, ma dobbiamo anche essere sinceri riguardo alle cose che non condividiamo né accettiamo. Il presidente degli Stati Uniti ha affermato che il silenzio è complicità”.

Alla domanda di un giornalista se la partecipazione dell’Italia alla rete infrastrutturale cinese Belt and Road fosse stata sollevata al vertice del G7, Draghi ha detto che non è stato menzionato, ma ha aggiunto: “Riguardo a questo specifico accordo, lo valuteremo con attenzione”.

Al vertice, i leader del G7 hanno cercato di contrastare l’influenza della Cina presentando un piano infrastrutturale per i paesi in via di sviluppo che potesse rivaleggiare con la Belt and Road Initiative della Cina.

L’Italia è stata la prima grande potenza occidentale ad approvare il piano cinese nel 2019, prima che Draghi diventasse primo ministro, per rilanciare un po’ la sua economia. (Segnalazione di William Schomberg a Falmouth, Inghilterra ed Elvira Paulina a Milano; Montaggio di Elizabeth Piper)

READ  ETERNA Maglioni Spring Report di tendenza 2022: un nuovo focus

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x