Alberto Belli su un anno difficile per Gamera e un buon lancio per il gioco di ruolo dello studio Alaloth nel 2022

Alberto Belli, CEO di Gamera Interactive, si è unito a noi per discutere di ciò che lo studio italiano è riuscito a ottenere nel 2021 e di cosa aspettarsi quest’anno, incluso il lancio dell’RPG Alaloth: Campioni dei Quattro Regni.

Alberto Belli, fondatore e CEO di Gamera Interactive

Come ha trattato Gamera il 2021?

Il 2021 è stato un anno molto difficile per una serie di motivi. Pensavamo di aver chiuso con la pandemia [and we were, development-wise] ma la coda lunga del 2020 ha colpito di nuovo anche i nostri partner aziendali. Abbiamo deciso di continuare ad andare avanti, cercando di lavorare su altri progetti collaterali che hanno del potenziale, che non sono direttamente legati allo sviluppo del gioco ma sono fortemente legati allo studio.

Quindi in pratica abbiamo organizzato la primissima edizione di DStars Connects, dopo il successo dei DStars Awards, ed è stato un vero spasso. Gli sviluppatori italiani hanno finalmente organizzato un evento internazionale a livello locale. Siamo stati in grado di mettere in contatto aziende e istituzioni portando avanti un percorso italiano “per manichini”. Molte opportunità di business sono state generate localmente e ne siamo felici.

Lo stesso vale per la nostra etichetta interna, Gamera Gameslab: abbiamo creato il primo corso per Game Producer qui 3 anni fa e siamo felici di vedere molti dei nostri ex alunni finalmente lavorare nel settore. Naturalmente, non siamo contenti del ritardo nel rilascio Alaloth: Campioni dei Quattro Regni Ma abbiamo deciso di prenderci un po’ di tempo in più per lavorarci bene, concentrandoci non solo sul lato dello sviluppo delle cose, ma sull’impostazione di un buon lancio.

READ  L'insediamento di Pompei: la tomba mostra come se ne andò un ex schiavo | Italia

Cosa ti aspetti dal 2022?

Il 2022 sarà l’anno dei pezzi grossi, dell’Unreal Engine 5 e così via. La nostra nicchia per Alaloth è sicuro, i giochi di ruolo della vecchia scuola saranno sicuramente in circolazione e non solo grazie ai progressi nel fotorealismo e ad altri miglioramenti tecnici. Tuttavia, miriamo a spingere sul lato tecnologico con Alaloth, ma la cosa più importante è che abbiamo trovato la nostra identità.

L’obiettivo principale per il 2022 sarà ovviamente il rilascio di Alaloth – Campioni dei Quattro Regni. È strategicamente importante perché tutti i nostri piani relativi alla PI dipendono da esso. Abbiamo un fumetto già firmato, Alaloth – La tempesta, abbiamo due libri in lavorazione da svelare e siamo in trattative con alcune persone per capire meglio le opportunità di business generate da un lancio di successo.

L’altra cosa che perseguiremo è la pubblicazione di giochi indie di terze parti. Abbiamo generato buoni numeri con il programma ReLaunch, inoltre, abbiamo firmato alcuni prodotti inediti che usciranno Q1 e Q2.

Di quali titoli di terze parti eri personalmente entusiasta come giocatore?

Adoro i giochi di ruolo, ovviamente, ma non vedo l’ora che arrivi il prossimo Guerre stellari gioco di Massive. Massive è probabilmente uno dei miei studi preferiti al mondo e ci ho passato ore e ore La divisione quindi, anche se non sono un grande fan dell’IP, sono davvero curioso di sapere cosa stanno cucinando ora. Spero di saperne di più Dragon Age 4 e ovviamente sono super curioso Dichiarato e la nuova IP non annunciata di Obsidian.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x