Alla scoperta dell’antico Egitto: nuovi manufatti in mostra

Il Cairo –

L’Egitto lunedì ha mostrato una collezione di antichi manufatti risalenti a 2.500 anni fa che le autorità per le antichità del paese hanno affermato essere stati recentemente scoperti nel famoso cimitero di Saqqara vicino al Cairo.

I manufatti sono stati esposti in una mostra temporanea ai piedi della piramide a gradoni di Djoser a Saqqara, 24 chilometri (15 miglia) a sud-ovest della capitale egiziana.

Secondo Mostafa Waziri, capo del Consiglio Supremo delle Antichità, la scoperta comprende 250 sarcofagi dipinti con all’interno mummie ben conservate, oltre a 150 statue in bronzo di divinità antiche e utensili in bronzo usati nei rituali di Iside, la dea della fertilità nell’antichità volte. Mitologia egizia, tutta del periodo tardo, intorno al 500 a.C

In mostra c’era anche una statua in bronzo decapitata di Imhotep, il capo architetto del faraone Djoser che governò l’antico Egitto tra il 2630 a.C. e il 2611 a.C.

I manufatti verranno spostati per l’esposizione permanente al nuovo Grand Egyptian Museum, un imponente progetto ancora in costruzione vicino alle famose Piramidi di Giza, appena fuori Il Cairo.

Il sito di Saqqara fa parte di una vasta necropoli a Menfi, l’antica capitale dell’Egitto, che comprende le piramidi di Giza e le piramidi più piccole di Abu Sir, Dahshur e Abu Ruweish. Le rovine di Memphis sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO negli anni ’70.

L’Egitto è stato fortemente rafforzato dalle recenti scoperte archeologiche, sperando di attirare più turisti nel paese. Il settore del turismo, una delle principali fonti di valuta estera, ha sofferto per anni di disordini politici e violenze sulla scia della rivolta del 2011 che ha rovesciato il presidente Hosni Mubarak.

READ  Il Papa incontra i cardinali canadesi dopo lo scandalo della scuola aborigena

Il settore ha recentemente iniziato a riprendersi dalla pandemia di coronavirus, per essere nuovamente colpito dagli effetti della guerra russa sull’Ucraina. Oltre alla Russia, l’Ucraina è una delle principali fonti di turisti che visitano l’Egitto.


Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x