Almeno 10 persone sono morte nell’incidente di un camion che trasportava immigrati in Texas

ENCINO, Texas – Un camioncino che trasportava 29 immigrati si è schiantato mercoledì su una remota autostrada nel sud del Texas, uccidendo almeno 10 persone, compreso l’autista, e ferendone altre 20, hanno detto le autorità.

L’incidente è avvenuto poco dopo le 16:00 di mercoledì sulla US 281 a Encino, in Texas, a circa 50 miglia (80 chilometri) a nord di McAllen. sergente Nathan Brandley del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Texas afferma che il camion, progettato per contenere 15 passeggeri, stava accelerando mentre l’autista cercava di deviare dall’autostrada sulla Business Route 281. Ha perso il controllo del camion pesante, che ha colpito il metallo. Colonna di servizio e segnale di stop.

Lo sceriffo della contea di Brooks Urbino ha detto che il camion non è stato inseguito.

Martinez ha detto che credeva che tutti i passeggeri fossero immigrati. Brandley ha detto che il bilancio delle vittime è stato inizialmente annunciato come 11 ma è stato successivamente rivisto. Ha anche detto che le 20 persone sopravvissute al primo incidente hanno riportato ferite da gravi a gravi.

Brandley ha detto che le identità dei 30 nel camion sono state trattenute fino a quando i parenti non saranno informati. Nessuna informazione è stata rilasciata immediatamente sul camion, incluso dove è stato registrato o chi lo possiede.

Encino è una comunità di circa 140 residenti a circa due miglia (3,22 chilometri) a sud del checkpoint della polizia di frontiera a Valvorias.

L’aumento del numero di migranti che attraversano il confine illegalmente ha portato a un aumento del numero di incidenti stradali affollati da migranti che pagano ingenti somme per essere introdotti clandestinamente nel paese. Il Dallas Morning News ha riferito che il reclutamento di giovani conducenti per operazioni di contrabbando, combinato con la velocità eccessiva e la guida spericolata da parte di questi giovani, ha portato a incidenti orribili.

READ  L'Iran si rifiuta di fare marcia indietro sui passi nucleari prima che gli Stati Uniti revocino le sanzioni | Notizie sull'energia nucleare

Victor Manez Jr., direttore del Center for Law and Human Behavior presso l’Università del Texas a El Paso, ha dichiarato al giornale che le organizzazioni criminali stanno reclutando conducenti da Austin, Dallas e Houston. Altri provengono dalla regione di El Paso, mentre altri provengono da parti dell’America Latina dove la corruzione della polizia è dilagante.

“Gli è stato detto, se vieni catturato, ti farà del male”, ha detto.

Manezer ha affermato che saranno selezionati tra un gruppo di migranti in cerca di un passaggio sicuro attraverso il confine per ridurre le tasse di contrabbando. Gli è stato detto di seguire un veicolo di spedizione.

Lavorare solo poche ore non è male”, ha detto Manezer.

Uno degli incidenti più mortali si è verificato il 3 marzo, quando 13 persone sono rimaste uccise quando un semirimorchio si è scontrato con un SUV che trasportava 25 immigrati vicino a Holtville, in California, a circa 125 miglia (200 km) a est di San Diego.

Il 17 marzo, otto migranti sono stati uccisi quando il camioncino che li trasportava si è scontrato con un altro camion mentre veniva inseguito dalla polizia a circa 30 miglia (50 chilometri) a nord della città di confine di Del Rio, in Texas. L’autista rischia l’ergastolo dopo essersi dichiarato colpevole di diverse accuse federali il 24 maggio. Nessuna data è stata fissata per la sentenza.

revisione:

Questa storia è stata corretta per mostrare un bilancio delle vittime di “almeno 10”, sulla base di informazioni riviste dalle autorità.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x