Americani, due russi tornano sulla Terra da una stazione spaziale

Da The Associated Press il 17 aprile 2021.

La sonda Soyuz MS-17 è stata vista atterrare in una zona remota vicino alla città di Jizkazgan, in Kazakistan, con i membri dell’equipaggio della Spedizione 64 Kate Robins della NASA e Sergey Rijikov e Sergey Kud-Svershkov di Roscosmos, sabato 17 aprile 2021. Robins, Ryzhikov e Kud-Sverchkov sono tornati dopo 185 giorni nello spazio dopo aver prestato servizio come membri dell’equipaggio della spedizione 63-64 a bordo dello spazio internazionale. (Bill Ingalls / NASA tramite AP)

Un astronauta americano e Rusan sono tornati sulla Terra dopo sei mesi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

La capsula spaziale Soyuz che trasporta Kate Robins della NASA, i russi Sergey Ryzhikov e Sergey Cod-Svereshkov, è atterrata sabato alle 0455 GMT (12:55 EST) nelle steppe del Kazakistan.

Dmitry Rogozin, capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, ha detto che i tre stavano bene dopo essere usciti dalla capsula e aver iniziato ad acclimatarsi alla forza di gravità.

I tre sono arrivati ​​al complesso di laboratori orbitanti il ​​14 ottobre.

Ci sono ora sette persone a bordo della Stazione Spaziale Internazionale: l’astronauta della NASA Mark Vandey, i russi Oleg Nowitzki e Piotr Dobrov il 9 aprile; Gli americani Michael Hopkins, Victor Glover, Shannon Walker e il giapponese Soishi Noguchi sono saliti a bordo a novembre a bordo di SpaceX Crew Dragon Resilience, la prima stazione di attracco della Stazione Spaziale Internazionale come parte del Commercial Crew Program della NASA.

READ  La NASA rinvia il primo volo dell'elicottero Ingenuity Mars fino al 14 aprile

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x