Aumentato il livello di allerta tsunami dopo che un forte terremoto ha colpito le Filippine Notizie sul terremoto

Aumentato il livello di allerta tsunami dopo che un forte terremoto ha colpito le Filippine  Notizie sul terremoto

Un terremoto di magnitudo almeno 7,5 ha colpito l’isola di Mindanao, nel sud delle Filippine, richiedendo l’ordine di evacuazione.

Un potente terremoto ha scosso il sud delle Filippine, uccidendo almeno una persona, mentre a migliaia è stato ordinato di evacuare, anche in Giappone, dopo che l’allerta tsunami è stata successivamente revocata.

L’US Geological Survey ha affermato che il potente terremoto di magnitudo 7,6 si è verificato al largo della costa dell’isola di Mindanao a una profondità di 32 chilometri ed è stato seguito da quattro grandi scosse di assestamento di magnitudo superiore a 6 per diverse ore fino a domenica. Ma il Centro sismologico europeo mediterraneo ha affermato che la magnitudo del terremoto ha raggiunto 7,5.

Il terremoto iniziale, avvenuto alle 22:37 (14:37 GMT), ha attivato l’allerta tsunami in tutta la regione del Pacifico e ha spinto i residenti lungo la costa orientale di Mindanao a fuggire dagli edifici, evacuare un ospedale e cercare una posizione più elevata.

In Giappone, le autorità hanno emesso ordini di evacuazione sabato sera in varie parti della prefettura di Okinawa, compresa l’intera regione costiera, colpendo migliaia di persone.

Una donna incinta è morta dopo che un muro di cemento alto 4,5 metri è crollato su di lei, suo marito e sua figlia nel loro quartiere mentre il terreno tremava e li ha costretti a fuggire dalla loro casa a Tagum City, a Davao del Norte. Sheldon Isidoro, capo della gestione dei disastri della città, ha detto all’Associated Press.

Suo marito e sua figlia sono rimasti feriti.

“All’inizio l’oscillazione era debole. Poi è diventata subito più forte e non riuscivo più a stare in piedi. Le mie bottiglie di profumo sono cadute dal tavolo, i quadri sulla mia parete oscillavano e ho sentito la gente gridare fuori: ‘Vai via, vai via, terremoto, terremoto!'” disse Isidoro.

READ  L'azienda sta ritirando la Spicy One Chip Challenge dagli scaffali dei negozi mentre lo stato del Massachusetts indaga sulla morte dell'adolescente

Il sistema di allarme tsunami degli Stati Uniti inizialmente aveva affermato che potrebbero esserci onde fino a tre metri (10 piedi) sopra il normale livello di alta marea lungo alcune parti della costa filippina. Ha poi detto che non c’era rischio di tsunami.

Ha aggiunto: “Sulla base di tutti i dati disponibili… il rischio di uno tsunami dovuto a questo terremoto è ormai passato.”

Persone evacuate dopo il terremoto di Surigao del Sur, nelle Filippine [Handout/Hinatuan LGU via Reuters]

Si prevede che onde di tsunami alte fino a 1 metro (3,2 piedi) raggiungeranno la costa sud-occidentale del Giappone entro l’1:30 di domenica (16:30 GMT di sabato), ha detto l’emittente pubblica NHK.

L’Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (PHIVOLCS) ha affermato di non aspettarsi gravi danni dal sisma stesso, ma ha avvertito di possibili scosse di assestamento.

Raymark Jintalan, capo della polizia locale nella città costiera di Hinatuan, vicino all’epicentro, ha affermato che l’elettricità è stata interrotta dopo il terremoto, ma le squadre di risposta al disastro non hanno ancora rilevato vittime o danni.

“Stiamo evacuando le persone dalle zone costiere”, ha detto all’agenzia di stampa Reuters.

Molti abitanti dei villaggi che erano fuggiti nei centri di evacuazione sono tornati alle loro case domenica, hanno detto i funzionari.

Dopo aver effettuato le ispezioni, i funzionari dell’aviazione civile hanno affermato che non ci sono stati danni gravi in ​​diversi aeroporti del sud e che non ci sono state interruzioni delle operazioni di volo.

Le foto pubblicate sui social media dall’amministrazione locale di Hinatuan, che ha una popolazione di circa 44.000 abitanti, mostravano decine di residenti e code di veicoli che si muovevano verso un’altura con un grande rifugio occupato da dozzine di persone.

READ  Le donne ucraine fuggite dal loro paese stanno ora tornando per aiutare nello sforzo bellico

I terremoti sono comuni nelle Filippine, che si trovano sull’”Anello di Fuoco”, una cintura di vulcani che circonda l’Oceano Pacifico ed è soggetta ad attività sismica.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x