Autorità: i trafficanti lasciano due bambini dal muro di confine degli Stati Uniti

Santa Teresa, New Mexico – Un videoclip rilasciato mercoledì dalle autorità federali mostrava due bambini ecuadoriani abbandonati dai trafficanti dopo averli lasciati cadere oltre una barriera alta 14 piedi lungo il confine tra Stati Uniti e Messico.

La bambina e sua sorella di 5 anni sono rimaste incolumi, ma i funzionari della polizia di frontiera degli Stati Uniti hanno descritto l’incidente come orribile.

Ciò accade mentre l’amministrazione Biden sta lottando per trovare un posto dove ospitare le diverse centinaia di bambini e adolescenti che attraversano il confine ogni giorno. In alcuni casi, i genitori si sono rifiutati di entrare negli Stati Uniti e hanno mandato i loro figli attraverso il confine da soli, sperando che alla fine vengano affidati ai loro parenti. Di conseguenza, le strutture di detenzione sono diventate sovraffollate e l’amministrazione si sta impegnando per trovare più opzioni di alloggio temporaneo.

L’agente di pattuglia Gloria I.Chavez nel settore di El Paso, che comprende parti del Texas e del New Mexico, ha detto che un cliente che utilizzava una telecamera remota aveva identificato una persona in piedi su entrambi i lati della barriera. Il video mostra la persona che lascia cadere i bambini uno per uno prima di lasciarli cadere a terra sottostante. I bambini rimasero in piedi mentre due persone fuggirono dall’altra parte del confine.

“Attualmente stiamo lavorando con i nostri partner delle forze dell’ordine in Messico e stiamo cercando di identificare questi spietati trafficanti al fine di ritenerli responsabili nella misura massima consentita dalla legge”, ha detto Chavez in una dichiarazione.

Le autorità hanno affermato che gli agenti di frontiera di Santa Teresa sono stati in grado di trovare le sorelle di 3 e 5 anni dopo che un operatore della telecamera le ha indirizzate in una località remota nel New Mexico, West El Paso, Texas. Le ragazze erano in allerta ma sono state portate in ospedale per essere esaminate e disinfettate. Attualmente sono trattenuti in una struttura di pattuglia di frontiera temporanea in attesa del loro status da parte del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti.

READ  Un malore improvviso nel ciclo di preparazione, Marina muore al nono mese con il suo bambino

var addthis_config = {services_exclude: "facebook,facebook_like,twitter,google_plusone"}; jQuery(document).ready( function(){ window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ appId : '404047912964744', // App ID channelUrl : 'https://static.ctvnews.ca/bellmedia/common/channel.html', // Channel File status : true, // check login status cookie : true, // enable cookies to allow the server to access the session xfbml : true // parse XFBML }); FB.Event.subscribe("edge.create", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_like_btn_click'); });

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); }; requiresDependency('https://s7.addthis.com/js/250/addthis_widget.js#async=1', function(){ addthis.init(); }); var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=404047912964744', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x