Baglioni apre il nuovo resort Masseria nell’hotspot italiano della Puglia

Come più visitatori hanno scoperto negli ultimi anni, questa regione dell’Italia meridionale, con i tacchi a spillo nello stivale, ha una serie di attrazioni davvero attraenti: città fortificate in collina con centri storici; capanne in pietra a forma di cono, semifata, a carrello; Scogliere costiere che si affacciano sulle acque turchesi del Mar Adriatico. La ricca gastronomia è basata sull’agricoltura. Diffuse da secoli anche nelle campagne, le masserie in pietra di Masseria si sono trasformate in suggestivi resort. L’ultimo che vale la pena dare un’occhiata è Hotel e resort Ballyoni Baglioni Masseria Muzza Che ha aperto a giugno nella campagna salentina in Puglia, nei pressi di Otranto, una delle più belle località costiere.

Il centro della struttura risale al 17Decimo Secolo, costruito in pietra calcarea imbiancata e ora ospita 40 stanze, molte con soffitti a volta e colonne massicce. Il design è calmo e locale: una combinazione di colori beige e bianco è attaccata ai tessuti naturali e alle ceramiche della zona; Cortili e balconi si affacciano sugli ulivi sparsi per la proprietà di cinque acri, sulla piscina del resort o sui laghi Alimini nella vicina riserva naturale.

Nella proprietà, la spa utilizza erbe e fiori coltivati ​​in fattoria per gli oli e le essenze in trattamenti come un viso al rosmarino e acqua di fiori d’arancio e uno scrub corpo ai fiori di calendula. Sono inoltre disponibili sessioni di yoga e meditazione insieme ad altre istruzioni di fitness.

In armonia con qualsiasi proprietà della zona, e di questo paese, la cucina della zona è in mostra nei tre ristoranti. Il ristorante gourmet Le Site propone scelte come un misto di gamberi rossi di Gallipoli con burrata pugliese, scorfani, ostriche in camicia in olio d’oliva, aglio, prezzemolo e pomodorini. Specializzata nel Salento, La Limonaia propone piatti come grano arrosto con salsa di pomodoro, polpette con gocce di ricotta e filetto di orata al forno con zucchine e pangrattato in olio d’oliva e timo selvatico insieme a una vasta gamma di pizze con e senza pomodoro. Colazione e pranzo vengono serviti all’aperto presso il ristorante a bordo piscina del Mirto, con piatti come spaghetti al pomodoro biologico, stracciatella, olive, tarallo sbriciolato, tonno giallo alla griglia con verdure e pizza.

All’esterno della proprietà, una serie di esperienze sono curate per gli ospiti. Tra questi: una passeggiata nella Riserva dei Laghi Alimini e una visita alla vicina spiaggia di Baia dei Turchi; passeggiate a cavallo nella campagna otrantina, per finire lungo la costa e la spiaggia di Otranto; kayak lungo la costa di Otranto; Un tour gastronomico della maestosa città barocca di Lecce, capoluogo e città salentina spesso descritta come la Firenze del Sud e un tour di Otranto e dei Trulli in un’altra importante città di Alberobello insieme a una degustazione di mozzarella locale. Gli ospiti possono anche provare degustazioni di olio d’oliva in un’altra graziosa cittadina della zona, la bianca cittadina collinare di Ostuni insieme a un picnic in un uliveto. Oppure possono rilassarsi e godersi il paesaggio su una barca a vela o uno yacht che naviga lungo la costa salentina, godendosi la bellezza delle acque limpide e l’imponenza dei paesi collinari.

READ  5 classiche ricette di pasta italiana da fare in casa

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x