Biden: Il Pentagono sta rivedendo la posizione degli Stati Uniti sulla Cina, China News

Il presidente degli Stati Uniti ha detto che la nuova task force del Pentagono traccerà un percorso per “vincere la competizione” con la Cina.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato che l’esercito americano sta conducendo una revisione completa della sua posizione strategica contro la Cina, con l’escalation delle tensioni tra Washington e Pechino questa settimana a causa delle esercitazioni navali statunitensi nel Mar Cinese Meridionale.

Nella sua prima visita al Dipartimento della Difesa da quando è entrato in carica, Biden ha detto mercoledì che una nuova task force cinese sarà formata al Pentagono “per esaminare la nostra strategia, i nostri concetti operativi, la tecnologia, la posizione delle forze e molto altro”.

“Dobbiamo affrontare le crescenti sfide poste dalla Cina, mantenere la pace e difendere i nostri interessi negli oceani Indiano, Pacifico e globale”, ha detto Biden, affiancato dal Segretario alla Difesa Lloyd Austin e dal Vice Presidente Kamala Harris.

La task force sarà composta da 15 funzionari civili e militari, i cui nomi non sono ancora stati rilasciati, e sarà presieduta da Ellie Ratner, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale di Biden nominato ai dipendenti di Austin, secondo il foglio informativo del Dipartimento della Difesa.

Ciò richiederà uno sforzo governativo a tutti gli effetti, una cooperazione bipartisan al Congresso e forti alleanze e partnership. È così che affronteremo la sfida cinese e assicureremo che il popolo americano vinca la competizione in futuro “.

Da quando è entrato in carica il 20 gennaio, Biden e il suo team si sono concentrati di recente sull’affrontare la sfida strategica degli Stati Uniti dalla competizione con la Cina.

READ  "Errore umano": nel rapporto dell'Iran sull'abbattimento dell'aereo ucraino | Notizie sull'aviazione

Tensioni tra Stati Uniti e Cina

Sotto le precedenti amministrazioni statunitensi del presidente Donald Trump e del presidente Barack Obama, le tensioni con la Cina si sono intensificate e il Dipartimento della Difesa ha iniziato a spostare l’attenzione e le risorse sul Pacifico.

Due gruppi d’attacco della Marina statunitense hanno tenuto un’esercitazione congiunta nel Mar Cinese Meridionale questa settimana dopo che una nave da guerra statunitense ha navigato vicino alle isole controllate dai cinesi in acque contese.

L’esercitazione è avvenuta giorni dopo che la Cina aveva condannato la navigazione della USS John S. McCain vicino alle isole Paracel controllate dalla Cina in quella che gli Stati Uniti hanno chiamato “Operazione Libertà di Navigazione” – la prima missione di questo tipo della Marina americana da quando Biden è entrato in carica.

L’affollato corso d’acqua, attraverso il quale transitano annualmente fino a 5,3 trilioni di dollari nel commercio globale, è uno dei punti caldi delle relazioni tra Stati Uniti e Cina.

La Cina era arrabbiata per i frequenti raid statunitensi nel Mar Cinese Meridionale e ha accusato Washington di aver alimentato deliberatamente la tensione.

La Cina afferma di avere una sovranità indiscutibile sulla maggior parte del Mar Cinese Meridionale – un’affermazione che la Corte Internazionale di Arbitrato dell’Aia ha dichiarato “infondata”.

La scorsa settimana, il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha detto a Yang Jiechi, un alto funzionario cinese, che gli Stati Uniti “difenderanno i nostri interessi nazionali, difenderanno i nostri valori democratici e riterranno Pechino responsabile delle sue violazioni dell’ordine internazionale”.

READ  Che cos'è un trattino dell'Alabama? Le sorelle hanno acquisito TikTok (e non possiamo distogliere lo sguardo)

Il 29 gennaio Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, ha dichiarato che gli Stati Uniti dovrebbero essere pronti a imporre costi alla Cina per il trattamento riservato ai musulmani uiguri nello Xinjiang, la repressione dei sostenitori della democrazia a Hong Kong e “l’ostilità” nei confronti di Taiwan.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x