Boris Johnson dice a Zelensky che il Regno Unito intende aumentare i suoi mortali aiuti alla difesa all’Ucraina

Un mese dopo che Putin ha invaso l’Ucraina, un funzionario del Quartier generale supremo delle forze alleate in Europa (SHAPE) ha detto ai giornalisti che la guerra del presidente russo Vladimir Putin in Ucraina ha messo la NATO e i suoi Stati membri in “pericolo assoluto”.

Il funzionario ha descritto Putin come “sconsiderato” e ha detto che lui e la sua cerchia ristretta “non si preoccupano della vita umana”.

Dalla Russia, capiamo che Putin e la sua cerchia ristretta sono persone assolutamente sconsiderate. Non si preoccupano della vita umana. Mentono apertamente per nascondere le loro operazioni militari. Il funzionario ha detto mercoledì che Putin ha completamente cambiato la sua retorica nei confronti dell’Occidente e nutre un profondo odio per le nostre società e i nostri valori, quindi apprezziamo davvero che è pericoloso e che l’alleanza è in assoluto pericolo.

Form è il quartier generale delle operazioni militari della NATO in Europa. Si trova a Bruxelles, in Belgio. Due funzionari di SHAPE hanno informato i giornalisti sulla posizione militare della NATO e su come hanno reagito all’invasione dell’Ucraina da parte di Putin. Il briefing arriva prima della visita del presidente degli Stati Uniti Joe Biden al quartier generale della NATO a Bruxelles per incontrare i leader dei paesi alleati con la NATO mentre la crisi in Ucraina continua.

Un altro funzionario di SHAPE ha affermato che la guerra ha creato una “nuova realtà” per gli alleati della NATO, facendo eco alle parole del Segretario generale Jens Stoltenberg in una conferenza stampa all’inizio di mercoledì.

“Hai appena ascoltato un agente di sicurezza della SecGen, e ha detto che è un fatto nuovo e che dobbiamo ripristinare la nostra posizione difensiva e deterrente”, ha detto il secondo funzionario di SHAPE. “Questo è un cambiamento duraturo e profondo nell’ambiente di sicurezza europeo, e la SecGen ha detto lo stesso”.

READ  Weather Network - La regione dei Grandi Laghi registra il calore. Questo è ciò che significa per la neve

I funzionari hanno affermato che era troppo presto per prevedere come la NATO avrebbe cambiato permanentemente la sua posizione militare in tutta Europa a causa delle azioni di Putin, ma hanno parlato di come la situazione sia cambiata finora per rafforzare il fianco orientale, con gli alleati della NATO situati ai confini dell’Ucraina, e per assicurarsi che siano pronti per qualsiasi scenario che la guerra in Ucraina potrebbe causare ai paesi della NATO.

Con la Forza di risposta della NATO operativa per la prima volta nella storia della NATO, “40.000 soldati” nelle nazioni alleate della NATO lungo il lato orientale stanno ora lavorando per la “sicurezza e difesa collettiva” di tutti i paesi della NATO, non solo del proprio. Paesi. Il secondo funzionario di SHAPE ha affermato che ci sono otto gruppi di battaglia, uno in ogni paese sul lato orientale, che fanno parte della rivitalizzazione della Forza di risposta della NATO.

Questo è “un aumento di dieci volte” rispetto a quello che c’era prima dell’invasione dell’Ucraina, ha aggiunto il funzionario.

“Nel dominio di terra, nelle forze di terra, ci sono ora 40.000 soldati in quegli otto gruppi di combattimento, che sono in ciascuno in ogni paese lungo il lato orientale, e questo è un aumento di dieci volte rispetto a quello che esisteva prima dell’invasione russa”, disse il secondo funzionario in figura.

Ci sono “più di 100 aerei aggiuntivi in ​​​​aria”, ha detto il funzionario.

“Facciamo sempre quella che chiamiamo polizia aerea”, ha detto il funzionario, ma ora che l’invasione è iniziata, hanno otto aerei in volo per dare alla coalizione “una presenza aerea 24 ore su 24, 7 giorni su 7 sul lato orientale”.

READ  Segretario alla Difesa: Gli Stati Uniti risponderanno all'attacco missilistico in Iraq quando sceglieranno l'esercito degli Stati Uniti

Nelle acque intorno agli alleati della NATO, l’alleanza ha “25 navi in ​​qualsiasi momento che pattugliano le acque e forniscono deterrenza a 360 gradi”, ha affermato il funzionario.

“Inoltre, di solito ci sono circa 150 navi provenienti dai paesi della NATO oltre a quelle che stanno anche navigando nelle acque e possono girare avanti e indietro sotto il comando e il controllo della NATO”, ha aggiunto il funzionario.

Sebbene sia troppo presto per conoscere i cambiamenti duraturi nella posizione delle forze militari della NATO a causa dell’invasione di Putin, il funzionario ha affermato che l’attuale posizione delle forze “almeno” rappresenta un buon “punto di partenza” per come potrebbero apparire le cose a lungo termine.

“Ci stiamo preparando al peggio, ma stiamo facendo tutto il possibile affinché non accada il peggio”, ha detto il primo funzionario.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x