Brighton e Rupture vincono il 4° Saudi Red Sea Film Festival

“Brighton IV” diretto da Levan Koguashvili ha vinto il premio per il miglior film all’apertura del Red Sea Film Festival in Arabia Saudita, mentre il film “Rupture” del regista Hamza Koguashvili ha vinto il premio per il miglior film saudita.

“Brighton IV” è l’ingresso della Georgia nella categoria International Excellence degli Academy Awards.

Haider Rashid ha vinto il premio come miglior regista per “Europe” e Adam Ali ha vinto il premio come miglior attore per il suo ruolo nel film. Arawenda Kirana ha vinto come miglior attrice per la sua interpretazione in “Uni” di Camila Andini, che è il candidato indonesiano nella categoria degli International Academy Awards.

La giuria di quest’anno comprendeva: il presidente del Red Sea Feature Competition, il regista e scrittore italiano premio Oscar Giuseppe Tornatore. L’attrice tunisina Hend Sabry. la regista, scrittrice, attrice e produttrice palestinese-americana Shireen Daibes; Direttore del Festival Messicano e Fondatore del Morelia International Film Festival Daniela Michele; E il regista saudita Abdulaziz Al-Shallahi. La giuria del concorso Red Sea Shorts era presieduta dal regista egiziano Marwan Hamed, ed era affiancata dall’attore e regista saudita Ahed Kamel e dal regista e scrittore finnico-somalo Khader Aydros.

Il festival ha anche introdotto gli Al Yusr Awards, che onorano le voci dinamiche nella realizzazione di film brevi, distintivi e sperimentali.

Tornator ha dichiarato: “I candidati hanno mostrato un’incredibile gamma di talenti attraverso un’affascinante varietà di argomenti. Questa è stata un’esperienza straordinaria, siamo stati commossi, provocati e ispirati da questi film e abbiamo dimostrato un talento cinematografico eccezionale e storie avvincenti dal mondo arabo, dall’Africa e Asia. La qualità dei film nominati ha fatto molti. Una delle nostre decisioni è molto difficile”.

READ  Sputare vino: erede italiano accusa Sting di calunnia, scuse schiette

Vincitori del Red Sea Film Festival

Miglior film saudita: “Tear” di Hamza Jamjoom – Arabia Saudita

Premio del Pubblico: “You Look Like Me” di Dina Amer – Egitto, Francia, Stati Uniti

Immersivo Silver Channel: “Samsara” di Hsin-Chien Huang – Taiwan

Immersive Gold Yusr: “The End of the Night” di David Adler – Danimarca, Francia

Al Yusr Golden Short Competition: “Tala’Vision” di Murad Abu Eisheh – Giordania, Germania

Nota speciale: “Joy” di Darren J. Ciao – Giordania

Miglior contributo cinematografico: Amin Jafari, “Hit the Road” – Iran

Miglior sceneggiatura: “Neighbours” di Mano Khalil – Siria, Svizzera

Miglior attore: Adam Ali per “Europe” – Iraq, Italia, Kuwait

Miglior attrice: Arawenda Kirana, “Uni” – Indonesia, Singapore, Francia, Australia

Premio Miglior Regia: “Europe” di Haider Rashid – Iraq, Italia, Kuwait

Premio della Giuria: “Go on the Road” di Pana Panahi – Iran

Miglior Film: “Brighton 4” Levan Koguashvili – Georgia, Russia, Bulgaria, USA, Monaco.

Il festival si svolge nel sito Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO nella Città Vecchia di Jeddah dal 6 al 15 dicembre.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x