CALCIO: CALCIO – Agnelli mette in guardia dal dominio della Premier League dopo il suo ritiro dalla Juventus

TORINO (Italia) (Reuters) – Juventus esce Il presidente del club Andrea Agnelli, che potrebbe affrontare un processo sui conti del club, mercoledì ha firmato un appello per riformare il calcio europeo per contrastare il potere della Premier League.

Oltre a lasciare la Juventus, Agnelli ha anche annunciato che lascerà i suoi ruoli nel consiglio di amministrazione della casa automobilistica Stellantis ed Exor, la holding della famiglia Agnelli che controlla il club calcistico.

La Procura di Torino ha chiesto il processo per falso in bilancio di Agnelli, altre 11 persone e la società. La Juventus, il club più titolato nella storia del calcio italiano, ha più volte negato ogni addebito.

Agnelli è alla guida della Juventus dal 2010 ed è stato uno degli artefici di un tentativo fallito di istituire la Super League europea con altri grandi club nel 2021.

“Credevo e credo tuttora che il calcio europeo abbia bisogno di riforme strutturali per affrontare il futuro”, ha detto.

Ha aggiunto: “Altrimenti, andiamo verso un declino spietato del calcio a favore del campionato dominante, la Premier League, che, in pochi anni, attirerà tutti i talenti europei ed emarginarà gli altri”.

Agnelli ha consegnato al suo successore, il commercialista Gianluca Ferrero, una maglia bianconera della Juventus con il nome e il numero uno di Ferrero sul retro.

“Lavoreremo per dare alla Juventus un futuro in linea con il suo glorioso passato”, ha detto Ferrero ai giornalisti.

Affari di famiglia

Agnelli fa parte della famiglia che ha fondato la casa automobilistica Fiat, ora parte del gruppo Stellantis, che possiede la Juventus da un secolo.

READ  Conor Gallagher batte Bukayo Saka dell'Arsenal vincendo i London Football Awards

Ha detto che la sua decisione di dimettersi dagli altri consigli è stata presa in accordo con il presidente di Exor John Elkann, un cugino, e il CEO di Stellantis Carlos Tavares.

“Il mio desiderio – ha detto – è quello di affrontare il futuro con la carta bianca, e di avere libertà di pensiero e di azione. Per questo mi sembra doveroso fare un passo indietro”.

Andrea Agnelli mantiene il suo ruolo di membro del consiglio di amministrazione di Giovanni Agnelli BV, l’azionista di controllo di Exor, che comprende tutti i discendenti del fondatore di Fiat Giovanni Agnelli.

Il nuovo presidente della Juventus, Ferrero, presiederà un nuovo consiglio di amministrazione composto da cinque membri che dovrà immediatamente affrontare i problemi legali del club.

“Riteniamo di avere l’esperienza, la conoscenza e la determinazione per difendere il club in tutti i contesti penali, civili e sportivi”, ha affermato Ferrero.

Venerdì è prevista un’udienza davanti alle autorità sportive sul trasferimento della Juventus, che potrebbe ribaltare una precedente sentenza che lo ha assolto da illeciti.

Il club dovrebbe affrontare una multa solo se ritenuto colpevole nel caso. Tuttavia, le autorità calcistiche stanno ora esaminando tutti i documenti raccolti dai pubblici ministeri di Torino, mettendoli a rischio che emergano nuovi casi con sanzioni più pesanti.

Il nuovo consiglio di amministrazione dovrà anche risanare le sorti finanziarie del club perdente, colpito dall’aumento dei costi legati agli stipendi dei giocatori e alla pandemia di coronavirus.

Il nuovo CEO Maurizio Scannavino, attuale capo del gruppo di media di proprietà di Exor GEDI, ha dichiarato mercoledì che gli obiettivi e le ambizioni della Juventus non sono cambiati, sia dentro che fuori dal campo.

READ  L'Inter Miami CF sta assumendo tre dipendenti delle prestazioni

“Il nostro obiettivo principale sarà espandere la nostra base di fan, che si rivolge ai giovani e all’estero”, ha affermato Scanavino. ($ 1 = 0,9234 euro)

(Segnalazione di Giulio Piovaccari, Scrittura di Keith Weir, Montaggio di Jason Neely e Kirsten Donovan)

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x