CanIndia News – Il volo di prova del Boeing Starliner è stato ritardato fino al 2022

La NASA ha ufficialmente rinviato il lancio dell’Orbital Flight Test 2 al prossimo anno a causa di un problema irrisolto alla valvola.

La NASA ha affermato che il team dietro OFT-2 sta “lavorando per trovare opportunità di lancio nella prima metà del 2022”.

“La sicurezza della navicella spaziale Starliner, dei nostri dipendenti e dei membri dell’equipaggio è la priorità numero uno di questa squadra”, ha affermato John Vollmer, vicepresidente e direttore del programma, il programma Starliner di Boeing.

“Ci stiamo prendendo la giusta quantità di tempo per lavorare attraverso il processo ora per preparare questo sistema per il successo in OFT-2 e in tutte le future missioni Starliner”.

Boeing e la NASA originariamente intendevano lanciare Starliner Orbital Test Flight 2 (OFT-2), una missione di test senza equipaggio critica per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dalla Cape Canaveral Space Force Station in Florida il 30 luglio. Ma i controlli iniziali hanno rivelato 13 valvole bloccate nell’unità di servizio Starliner, annullando il piano di decollo.

Boeing ha firmato un contratto con il Commercial Crew Program della NASA per missioni operative da e per la stazione spaziale con Starliner nel 2014. Tuttavia, una serie di battute d’arresto fino ad oggi hanno impedito allo Starliner di raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale.

La missione di volo orbitale senza equipaggio del 2019 non è andata esattamente come previsto, richiedendo di fare un altro tentativo prima di mettere a bordo gli astronauti per un test di volo con equipaggio.

Il secondo lancio è stato ritardato dalla fine dello scorso anno a causa dei controlli software in corso.

READ  Una bambina di quattro anni vede le impronte dei dinosauri sulla spiaggia del Galles

Originariamente previsto per l’inizio di agosto, il suo lancio è stato ritardato dopo che i propulsori del nuovo modulo di laboratorio multiuso russo Nauka della Stazione Spaziale Internazionale sono stati inaspettatamente attivati ​​ore dopo l’attracco, causando il deragliamento della stazione. La stazione spaziale è stata spinta di 45 gradi fuori rotta. Tuttavia, è stato riportato alla normalità.

– Jans

wh / dpb

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x