Charity afferma che le donne con alterazioni delle cellule cervicali dopo i test di striscio spesso provano sentimenti di vergogna, isolamento e ansia | Notizie dal Regno Unito

Migliaia di donne nel Regno Unito sanno poco o nulla delle modifiche alle cellule cervicali prima che vengano diagnosticate, secondo il Jo’s Cervical Cancer Trust.

A circa 220.000 donne vengono diagnosticati cambiamenti cellulari anormali ogni anno, ma circa il 51% delle 1.086 intervistate ha affermato di non essere a conoscenza dei cambiamenti cellulari prima della diagnosi e il 39% ne sapeva poco.

Il 26% si sentiva timido alla diagnosi e il 21% si sentiva isolato.

Nina Evans ha ricevuto risultati anormali del test del tampone quando aveva 29 anni.

Le è stato diagnosticato un cambiamento cellulare nella cervice causato dal papillomavirus umano (HPV).

“Pensi che queste cose richiederanno molto tempo per progredire, ma non è così.”

La signora Evans ha detto a Sky News: “È terrificante, di solito non piango, scoppi solo in lacrime perché ti aspetteresti di avere un messaggio che dice che il test di diffamazione era chiaro.

“Penso soprattutto che quando sei più giovane pensi che queste cose impiegheranno molto tempo per progredire, ma non è così.

“Sto comunque pensando troppo e potrebbe avere un effetto negativo quando pensi a uno scenario peggiore con questo? Non sarò in grado di avere figli? Finirò con il cancro al collo dell’utero?”

Dopo essere stata sottoposta a test, le è stata diagnosticata la CIN 3, il grado più alto di alterazioni anormali nelle cellule.

La signora Evans sta facendo una campagna per aiutare ad abbattere le barriere e lo stigma attorno ai test di diffamazione.

“Se non avessi fatto lo striscio e la colposcopia, le cellule avrebbero potuto svilupparsi in cancro cervicale”, dice.

READ  La NASA dice che c'è un gorilla sulla Stazione Spaziale Internazionale. Guarda il video virale della scimmia spaziale

Proiezione ai “minimi storici”

foto:
Samantha Dixon, del Jo’s Cervical Cancer Trust, afferma:

Il Pap test consente di identificare i primi segni di cancro cervicale, ma l’assorbimento è a “livelli minimi”, afferma Samantha Dixon, direttore esecutivo della Jo Cervical Cancer Foundation.

Ha detto a Sky News: “Una donna su tre invitata per lo screening non partecipa a questo appuntamento.

“È davvero importante che tutte le donne e le persone sulla cervice non si sentano ansiose, che non siano ansiose, che abbiano risposte alle loro domande su tutte le fasi del programma di screening cervicale.

“Il Servizio Sanitario Nazionale è aperto per i test.

“I tuoi interventi chirurgici GP sono andati ben oltre per assicurarsi di avere un ambiente sicuro quando vai per il controllo.

“Quindi, per favore, quando questa lettera arriva, vai a controllare.”

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x