Chi è Deepak Bonya? Conosci il wrestler indiano

Il 5 agosto 2021, Deepak Bunya Ha mancato di poco la medaglia di bronzo al suo debutto olimpico a Tokyo 2020, perdendo 4-2 contro il sammarinese Miles Amin nel medal match nella classe 86kg.

È stata una sconfitta emotiva per lottatore indiano, che ha perso la madre pochi mesi fa. Deepak Bonya sperava di assegnarle una medaglia olimpica.

Esattamente un anno dopo, il 5 agosto 2022, ha preso vita Dipak Bunya, che ha battuto facilmente il pachistano Muhammad Enam vincendo la medaglia d’oro al suo debutto ai Giochi del Commonwealth del 2022.

La medaglia si aggiunge a una collezione già impressionante per il wrestler, che ha iniziato a lottare quando aveva solo cinque anni.

Deepak Bonya che lotta

Deepak Bunya è nato il 19 maggio 1999, nella città di Chahara, nel distretto di Jaggar, nell’Haryana, un luogo noto per la sua famosa scena di wrestling locale nei tradizionali pozzi fangosi, chiamati akhdas.

Per Deepak Bunya, lo sport era più vicino a casa poiché suo padre Subash – ora allevatore di latte – era un wrestler locale.

Quando aveva cinque anni, Deepak Bonya si iscrisse scanalatura Nel suo villaggio, è gestito dall’ex wrestler Virinder Singh. Il giovane Deepak ha ottenuto il titolo Bollitore (bollitore) perché a quanto pare ha bevuto diversi bicchieri di latte fino a svuotare la pentola.

Deepak Bonya si è distinto per la sua dedizione e impegno. Il suo talento significa che ha viaggiato per Haryana, lottando in incontri locali (chiamati impiccagioni) e vinci premi in denaro.

Dagli akhada al tappeto

Durante un incontro nazionale a livello scolastico, Deepak Punya è stato notato da un allenatore al Chhatrasal Stadium di Nuova Delhi, il luogo famoso per aver prodotto alcuni dei migliori wrestler indiani come Sushil Kumar, Yogeshwar Dutt e Bajrang Puneya.

READ  Conor Gallagher "vuole tornare al Chelsea" una volta terminato il prestito al Crystal Palace

L’adolescente si è trasferito a New Delhi ma ha avuto un grosso problema: non ha lottato molto su un tappeto sintetico, che viene utilizzato nelle competizioni in tutto il mondo. Avendo lottato nel fango per tutta la vita, Deepak Bonya ha dovuto cambiare radicalmente il suo approccio.

Tuttavia, Deepak Bonya si è adattato rapidamente e ha iniziato a vincere. Ha vinto la medaglia d’oro ai Campionati Junior Asian Wrestling 2016 a Manila, nelle Filippine, ed è stata seguita da un’altra medaglia d’oro ai Campionati Mondiali Junior a Tbilisi, in Georgia.

Deepak Bunya ha vinto di nuovo l’oro ai Campionati Mondiali Juniores asiatici 2018, questa volta lasciando il segno anche sulla scena mondiale, vincendo la medaglia d’argento ai Campionati Mondiali Juniores 2018 a Trnava, in Slovacchia.

Nel 2019, Deepak Punya ha riscritto la storia diventando il primo indiano dopo Balwinder Singh Cheema nel 2001 a diventare il campione del mondo junior. Ha vinto il titolo 86kg nonostante si sia infortunato al pollice prima dell’evento.

Transizione graduale

Un mese dopo aver vinto i Campionati Mondiali Junior, Deepak Bonya era ancora una volta al centro dei Campionati Mondiali Seniores a Nur-Sultan, in Kazakistan.

Il lottatore è arrivato alla finale della categoria 86kg, dove avrebbe avuto la possibilità di diventare il secondo campione del mondo di wrestling indiano dopo il suo mentore Sushil Kumar.

Tuttavia, un infortunio alla spalla – che ho subito durante i mondiali juniores – e un infortunio alla gamba sono diventati insopportabili. Non è stato in grado di lottare in finale contro il campione olimpico e mondiale iraniano Hassan Yazdani e ha dovuto tornare a casa con la medaglia d’argento.

READ  Japan vs Wallabies: come guardare, la differenza e altro | Ultime notizie sul rugby

La corsa alla finale gli è valsa una partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo, dove non era riuscito a prendere il bronzo.

Deepak Bonya si è rapidamente lasciato alle spalle la delusione, vincendo due argenti ai Campionati asiatici – nel 2021 e nel 2022 – prima di prendere l’oro ai Giochi del Commonwealth di Birmingham.

Nella partita per la medaglia d’oro, Punya ha affrontato il pakistano Muhammad Enam, due volte campione dei Giochi del Commonwealth nel 2010 e nel 2018. L’indiano ha vinto la partita 3-0.

“È un momento molto orgoglioso per me”, ha detto Deepak Bonya. “Non c’è sensazione più grande che salire su un podio con una medaglia d’oro al collo, suonare l’inno nazionale indiano e avere una folla come questa che tifa per te”.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x