Chi furono le cinque vittime dell’attacco a Capitol Hill

Ci sono 5 morti dopo Scontri tra manifestanti pro-Trump e forze dell’ordine in Campidoglio, A. Washington La capitale, lo scorso 6 gennaio. IlLa prima morte registrata è stata quella di Ashley Babbitt, una veterana dell’Air Force la cui morte è stata praticamente trasmessa in diretta sui principali social network. Ma i manifestanti non sono stati gli unici a morire. Almeno un poliziotto è morto negli scontri: ecco i nomi di tutte le vittime.

Ashley Babbitt

Il 35enne era un veterano dell’Air Force di Huntington, nel Maryland. Sempre un sostenitore Donald TrumpÈ volato a Washington, DC per manifestare contro le elezioni Joe Biden. Babbitt è stato ucciso da un agente che mirava al passaggio alla Camera dei Rappresentanti, dove i membri del Congresso si erano rifugiati dalla folla. I poliziotti erano in agguato dietro la porta, ordinando ai manifestanti di restare indietro, ma alcuni di loro non hanno obbedito. Ciò ha causato la reazione di un agente che ha sparato all’altezza degli occhi. Babbitt è stato immediatamente portato in ospedale, ma è morto poco dopo.

Jake Angeli e quegli amati tatuaggi dell’estrema destra – ecco cosa significano

Brian Siknick

Morì anche durante gli scontri Brian D. Seknik, ma non era un manifestante, era un poliziotto. In effetti, la polizia di Capitol Hill ha rilasciato una dichiarazione in cui annunciava giovedì sera che era morto “per le ferite riportate durante il servizio”. Seknik e alcuni suoi colleghi erano impegnati durante i disordini, hanno chiamato alcuni manifestanti e l’uomo è stato ferito più volte. Tornato in caserma, l’uomo cadde a terra. È entrato in ospedale ed è morto in ospedale. Sicknick aveva 42 anni ed è entrato a far parte della Polizia del Campidoglio degli Stati Uniti nel 2008. “L’intero Dipartimento USCP esprime le sue più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici dell’agente Sicknick per la loro perdita, e piange la perdita di un amico. E di un collega”, questa è la dichiarazione rilasciata dalla Forza di polizia di Capitol Hill.

READ  “Res Gestae Divi Augusti” (Gli Atti del Divino Augusti) - Roma, Italia

Kevin Grayson

Kevin Grayson, 55 anni, di Atene, Alabama, era un appassionato di armi e sostenitore del presidente uscente Donald Trump. È una delle altre cinque vittime, sebbene la polizia di Whashington Dc abbia dichiarato che sono completamente estranee ai fatti, poiché l’uomo avrebbe subito un attacco di cuore al di fuori del Congresso.

Benjamin Phillips

Benjamin Phillips era un programmatore di computer e fondatore della piattaforma Tromparo. Il cinquantenne Phillips è arrivato da Ringtown, in Pennsylvania, per prendere parte alle proteste contro l’insediamento di Joe Biden. Ancora una volta, la polizia ha detto che Phillips è morto di ictus. Secondo i media locali, l’uomo soffre di ipertensione. Immediatamente dopo la sua morte, i membri della sua famiglia hanno rilasciato una dichiarazione alla CNN: “Era felice di essere lì. Non ha partecipato a violenze o rivolte “. E ancora: “Kevin era un padre e un marito fantastici che amava la vita. Gli piaceva cavalcare, amava il suo lavoro e i suoi colleghi e amava i suoi cani “.

Rosanne Boyland

Secondo quanto riferito, Rosanne Boyland, 34 anni, della Georgia, è stata schiacciata a morte dalla folla mentre la folla ha costretto gli ingressi a Capitol Hill a chiudere. I servizi medici antincendio e di emergenza della capitale hanno affermato di aver salvato e ricoverato pazienti che avevano subito più attacchi di cuore o fratture intorno al Campidoglio.

Trump, Who Are the Pro-Donald Extremists: Heart of Darkness for America

Ultimo aggiornamento: 23:06


© Riproduzione riservata

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x