Chi interpreta lo zio Jack Nelson in Peaky Blinders? | TV e Radio | Spettacolo e televisione

Con Peaky Blinders in arrivo su Netflix in tutto il mondo, molti fan dello show hanno domande sulla nuova serie e sul suo cast. La sesta stagione è l’ultima uscita dell’evento di successo globale attorno a un gruppo di gangster a Birmingham. Express.co.uk dà un’occhiata all’ultimo cattivo dello show e all’attore dietro.

Chi interpreta lo zio Jack Nelson in Peaky Blinders?

Jack Nelson è interpretato dall’attore australiano di 31 anni James Fritschville.

La star nata a Melbourne ha mostrato interesse per il teatro sin dalla tenera età e in seguito si è unita a vari gruppi teatrali giovanili e produzioni scolastiche.

Ha poi iniziato a lavorare come artista non protagonista nella serie TV City Homicide e ha seguito numerosi corsi di recitazione in diverse scuole, tra cui l’Australian Film and Television Academy.

Nel 2009, Frecheville ha recitato in The 4th Pillar, ma l’anno successivo ha avuto un successo nel ruolo di Joshua “J” Cody in Animal Kingdom.

Per saperne di più: Peaky Blinders: come è morta zia Polly?

Il film segue l’adolescente australiano J mentre cerca di sopravvivere tra una famiglia criminale e un detective della polizia, che crede di poter essere il suo salvatore.

Il ruolo di Fritzville ha ricevuto il plauso della critica ed è stato nominato per diversi premi, tra cui l’Australian Film Institute Award come miglior attore e l’Australian Film Critics’ Award come miglior attore.

Dopo il film Animal Kingdom, Frecheville ha ottenuto ruoli nei cortometraggi KIN, The First Time e Adore – Adoration.

Ha poi recitato in film e programmi TV americani tra cui Mall e The Drop – quest’ultimo con Peaky Blinders di Tom Hardy – oltre ad apparire negli episodi di New Girl e Transparent.

READ  Località turistica in Italia dipinta di rosso da vandali "vigliacchi".

Anche la famiglia Kennedy ottenne il potere politico durante questo periodo e fu molto influente.

“Come sempre con Peaky”, ha detto Knight mentre rifletteva sull’ispirazione di Uncle Jack e Jenna Grey (Anya Taylor-Joy). [Blinders]Guardi la storia, prendi fatti reali e li immagini. C’è un’eco a Boston, con politici di alto livello…”

Lo scrittore di tabù ha continuato dicendo: “Il meglio che puoi fare come scrittore è prendere ciò che è già accaduto, che è sempre al di là di qualsiasi cosa tu possa osare inventare, e poi usarlo.

“E quello che è successo davvero negli anni ’30 con queste persone potenti, è qualcosa che, come scrittore di narrativa, non avresti il ​​coraggio di inventare perché è così folle”.

“Quindi sta cercando di prendere parte della follia e del caos della realtà e di inserirla nella storia”, ha aggiunto a Den of Geek.

La BBC ha confermato che la sesta stagione di Peaky Blinders sarà il round finale, con notizie di un film per chiudere la storia che deve ancora essere confermata.

Tuttavia, se i Peaky Blinders apparissero sul grande schermo, lo zio Jack potrebbe ancora una volta provocare il caos mentre lui e il legislatore fascista Oswald Mosley (Sam Claflin) complottano insieme.

La fine di Peaky Blinders ha visto il padrino di Brummie Tommy Shelby (Cillian Murphy) vivo e ancora pronto a combattere contro l’ascesa del fascismo.

La sesta stagione di Peaky Blinders è ora in streaming su Netflix

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x