Cinque cose da sapere sull’italiana Yasmine Paolini: “Sono un imbroglione!”

INDIAN WELLS, CA – L’italiana Yasmine Paolini si classificava a malapena tra le prime 100 un anno fa. Ora il 26enne si trova tra i primi 50 giocatori del mondo nell’Hologic WTA Tour, raggiungendo il numero 44 a febbraio.

Catturato da Paolini Primo titolo WTA la scorsa stagione sul cemento di Portoroz, dove ha sconfitto Dayana Yastremska, Anna Kalinskaya, Sorana Sirstya, Yulia Putintseva e Alison Riske per vincere il titolo. Sebbene abbia ottenuto la sua prima vittoria nella Top 20 del 2018 a Praga contro Daria Kasatkina, La straordinaria vittoria in 3 set di Paolini sulla testa di serie Arina Sabalenka Al BNP Paribas Open di questa settimana, è stata la sua prima vittoria nella Top 10 della sua carriera.

Ecco cinque fatti sull’italiano spericolato:

1. Ho iniziato a giocare a tennis all’età di cinque anni

Paolini è nato a Bagni di Luca, un piccolo paese della Toscana. All’età di cinque anni raccolse una racchetta da tennis.

“Ricordo che mio padre e mia madre mi dicevano: ‘Devi scegliere uno sport da praticare'”, ha detto Paolini. “Ai Bagni Di Lucca c’era di tutto tennis o biliardo e per via di mio zio che giocava a tennis ho deciso di andare a giocare. Mi sono divertito molto da quando ho iniziato. Mi piaceva molto stare nel tennis club. Eravamo come un grande famiglia e ho amici lì. È stato davvero bello. “

2. Il suo primo viaggio all’estero è stato a New York

Paolini ha ricordato il suo primo viaggio all’estero per il tennis, avvenuto quando era giovane nel 2013. Ha comportato molte fusioni e acquisizioni.

“Ero così entusiasta di andare agli US Junior Open. Quello è stato il mio primo viaggio. New York è qualcosa che molte persone sognano. Ricordo di essere stato con un’altra brava giocatrice quando era piccola e siamo arrivati ​​alle 6:00 e siamo stati fuori fino all’una di notte.” , e non lo so, ma avevamo diciotto anni ed eravamo molto eccitati.

READ  L'Estonia a San Marino: uno sguardo alle partite europee del Pala Town prima dello scontro di La Valletta

“E’ stato qualcosa di speciale. Il solo fatto di venire negli Stati Uniti, quando guardi i film, vedi sempre gli Stati Uniti quando entri qui dicendo oh, l’ho visto in un film. Penso che gli europei che guardano molti film americani sia un sogno che è non è naturale per noi”.

“Ricordo che siamo andati immediatamente a Times Square perché volevamo vedere le luci. La mia amica che era con me, ha detto: ‘Oh!’ L’ho visto in un film, Friends With Advantage. “Così siamo andati a Times Square e M&M e abbiamo mangiato un sacco di caramelle”.

Indian Wells: Paolini stordisce la testa di serie n. 2 Sabalenka per rivendicare la sua prima vittoria nella top-10

2022 Pozzi indiani

3. L’analisi video ha giocato un ruolo importante nella sua recente ascesa al cemento

Questa volta l’anno scorso, Paolini si è classificata tra i primi 100 al numero 99. Ora è tra i primi 50 e afferma di aver fatto uno sforzo per apprezzare la sua ascesa negli ultimi 12 mesi, chiarendo anche che è affamata di più .

“Prima dell’anno scorso non potevo credere di poter giocare anche sul cemento”, ha detto Paolini. “Quindi stavo giocando bene sulla terra battuta, ma ho faticato sul cemento.

“Ora penso di poter giocare anche qui. Più tornei sul cemento invece che sulla terra battuta. Ho più possibilità di segnare. Questo mi ha dato fiducia durante l’anno”.

Paolini attribuisce i suoi miglioramenti all’analisi video dei suoi colpi a terra, che hanno portato a un servizio e dritti più efficaci sul cemento.

“Sto cercando di aprire un po’ più in basso e abbassare il dritto [follow-through]. Io ero [finishing too low]. Al servizio, devo migliorare il rapporto di servizio e la rotazione. Non posso giocare piatto perché sono 160 cm. Dovrei essere più preciso, sì, per migliorare la percentuale. Questo è ciò su cui stiamo lavorando.

4. Jenson Broxby è stata citata nella sua conferenza stampa.

Dopo aver sconfitto Sabalenka nel secondo round di Indian Wells, Paolini è diventata la prima tennista ad essere quotata ATP n. 43 Jenson Brosby in una conferenza stampa.

Paolini ha detto che non è una da ricordare o cercare citazioni ispiratrici, ma le parole di Broxby risuonano con lei.

“Quando ho letto quella citazione, mi è rimasta nella mente. Ricordo anche che in un’altra partita ho pensato che il tennis non fosse solo colpire i vincitori e rafforzare la palla. Oggi durante la partita lo ripeto a me stesso perché è importante. Penso per me, è importante tenerlo qui nella mia mente.

5. Se c’è un tempo di inattività, lo troverai in agguato su Instagram

La cucina preferita di Paolini è quella italiana e il suo piatto preferito è la classica pizza Margherita. Adora WhatsApp e la musica pop, ma se noti che sta fissando il suo telefono, l’app che ha scelto è Instagram.

“Ma non sono molto socievole”, ha detto Paolini con una risata. “Non mi piace postare molto. Sono nascondigli!”

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x