Cometa dal bordo del sistema solare che uccide i dinosauri: uno studio

La loro analisi indica che possiamo aspettarci impatti simili ogni 250 milioni a 750 milioni di anni.

Sessantasei milioni di anni fa, un enorme corpo celeste colpì la costa di quello che oggi è il Messico, provocando il catastrofico “effetto inverno” che alla fine spazzò via tre quarti della vita sulla Terra, inclusi i dinosauri.

Un paio di astronomi dell’Università di Harvard hanno affermato di aver risolto i misteri di vecchia data che circondano la natura e l’origine del “Chicxulub Collider”.

La loro analisi indica che si trattava di una cometa sorta in una regione di detriti di ghiaccio ai margini del sistema solare, che Giove era responsabile della sua collisione con il nostro pianeta e che potevamo aspettarci impatti simili ogni 250-750 milioni di anni.

Carta DuoPubblicato sulla rivista Rapporti scientifici Questa settimana, si ritira da una vecchia teoria secondo cui l’oggetto faceva parte di un asteroide proveniente dalla fascia principale del nostro sistema solare.

L’autore principale Amir Siraj ha dichiarato: “Giove è molto importante perché è il pianeta più grande del nostro sistema solare”. Francia Agenzia di stampa. Giove finisce per essere una specie di “flipper” che “spinge queste comete a lungo raggio in arrivo in orbite che le portano molto vicino al sole”.

Le cosiddette “comete longeve” provengono dalla nube di Oort, che si ritiene essere una gigantesca crosta sferica che circonda il sistema solare come una bolla fatta di lastre di ghiaccio di detriti delle dimensioni di montagne o più grandi.

Le comete longeve impiegano circa 200 anni per orbitare intorno al sole e sono anche chiamate sungrazer a causa della loro vicinanza. Poiché provengono dal congelamento profondo del sistema solare esterno, le comete sono più ghiacciate degli asteroidi e sono note per le sorprendenti traiettorie di gas e polvere che producono quando si sciolgono.

Ma, come ha detto Saraj, l’effetto evaporativo del calore del sole sui giovani non è nulla in confronto alle tremende forze di marea che devono affrontare quando un lato è rivolto verso la nostra stella. “Di conseguenza, queste comete sono soggette a forze di marea così grandi che la più grande di esse si frantumerà in circa un migliaio di frammenti, ognuno di questi frammenti abbastanza grande da produrre una collisione delle dimensioni di un Chicxulub, o un evento che uccide i dinosauri su Terra.”

Siraj e il coautore Avi Loeb, un professore di scienze, hanno sviluppato un modello statistico che mostrava la probabilità che comete di lunga durata entrassero in collisione con la Terra coerente con l’era Chicxulub e altre influenze note. Loeb ha detto che la precedente teoria sull’oggetto come un asteroide ha prodotto un tasso atteso di tali eventi arrestati di un fattore di circa dieci rispetto a quanto osservato. Francia Agenzia di stampa.

‘bella scena’

Un altro indizio a favore dell’origine della cometa è la formazione Chicxulub: solo circa un decimo degli asteroidi della fascia principale, che si trova tra Marte e Giove, sono costituiti da condrite di carbonio, mentre la maggior parte delle comete li possiede.

Le prove suggeriscono che il cratere Chicxulub e altri crateri simili, come il cratere Friedfort in Sud Africa che è stato esposto circa due miliardi di anni fa, e il cratere Zamanshin di milioni di anni fa in Kazakistan, contenevano tutti condrite di carbonio.

L’ipotesi potrebbe essere verificata attraverso ulteriori studi di questi crateri, o di quelli sulla luna, o anche inviando sonde spaziali per campionare le comete.

“Dovrebbe essere uno spettacolo meraviglioso vedere questa roccia avvicinarsi a 66 milioni di anni, e che era maggiore della lunghezza dell’isola di Manhattan”, ha detto Loeb, anche se ci piacerebbe imparare a seguire queste cose e escogitare modi per deviare. Loro se necessario.

Loeb ha aggiunto di essere entusiasta della possibilità di gestire l’Osservatorio Vera Rubin in Cile il prossimo anno.

Il telescopio potrebbe essere in grado di vedere la turbolenza delle maree per le comete a lungo termine “e sarebbe molto importante fare previsioni per i prossimi 100 anni, per vedere se potrebbe accaderci qualcosa di brutto”.

Sebbene SE e Loeb abbiano calcolato che gli effetti simili a Chicxulub si verificheranno una volta ogni poche centinaia di milioni di anni, “È una cosa statistica”, dice, “in media, succede spesso”, ma non sai mai quando sarà il prossimo arriverà, ha detto Lube.

Ha concluso: “Il modo migliore per scoprirlo è cercare nel cielo”.

Hai raggiunto il limite di articoli gratuiti questo mese.

Include i vantaggi dell’abbonamento

il giornale di oggi

Trova una versione mobile-friendly degli articoli del quotidiano Today’s in un elenco di facile lettura.

Accesso illimitato

Divertiti a leggere tutti gli articoli che desideri senza restrizioni.

Raccomandazioni personalizzate

Una selezione di articoli che corrispondono ai tuoi interessi e gusti.

Pagine più veloci

Naviga senza problemi tra gli articoli mentre le nostre pagine si caricano all’istante.

Pannello di controllo

One-stop shop per vedere gli ultimi aggiornamenti e gestire le tue preferenze.

Istruzioni

Ti aggiorniamo con gli ultimi e più importanti sviluppi tre volte al giorno.

Stampa supporto di qualità.

* I nostri piani di abbonamento digitale attualmente non includono e-paper, cruciverba e stampa.

READ  Cervi con una strana condizione che si coprono i bulbi oculari con i capelli sono stati sistemati dai funzionari in Tennessee

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x