Crowley, La ragione per cui l’Italia ha cambiato le sue fortune: McKinley

Crowley, La ragione per cui l’Italia ha cambiato le sue fortune: McKinley

L’Italia è una squadra in trasformazione da quando il 61enne Crawley è subentrato nel 2021 dopo cinque stagioni con il club italiano Benetton (2016-21).

Sotto la guida dell’ex terzino – membro della squadra neozelandese che vinse la Coppa del mondo di rugby inaugurale nel 1987 – l’Italia ha interrotto la serie di sconfitte consecutive nelle 36 partite del Sei Nazioni battendo il Galles la scorsa stagione.

L’Italia lo ha seguito con una storica vittoria casalinga contro l’Australia lo scorso novembre e ha spaventato la Francia, campione del Sei Nazioni 2022, nella partita di apertura di quest’anno.

McKinley, che aveva poche speranze quando ha ospitato la capolista Irlanda, dice che l’Inghilterra li ha “battuti” la settimana successiva.

McKinley ha giocato con Crawley alla Benetton dal 2016 al 2020 e amava tagliarsi il braccio.

“È equilibrato, va dritto al punto e non gira intorno al cespuglio”, ha detto McKinley, ora in pensione, all’AFP dall’Irlanda del Nord, dove vive.

“Il suo livello di pensiero è di qualità in quanto può gestire le cose, il che è positivo per il rugby italiano. I ragazzi possono essere un po’ troppo zelanti e può riportarli al livello del suolo”.

L’irlandese McKinley, che ha superato la cecità all’occhio sinistro per giocare nove test per il suo paese adottivo, dice che Crowley è un “parlatore parlato” e aiuterà a evidenziare e poi risolvere i problemi nel sistema del rugby italiano.

“La cosa che mi frustra è che, avendo vissuto in Italia, ci sono giocatori davvero talentuosi che fanno cose incredibili in campo che altri giocatori non oserebbero fare”, ha detto McKinley.

READ  Il primo ministro italiano Conte affronta un voto di sfiducia | Canberra Times

“Ma Hulk a volte non è all’altezza del potenziale di questi giocatori.

“Francamente e apertamente, senza dubbio Crowley ha discusso di questo e sta iniziando a soffiare aria di cambiamento.”

mondo volubile

McKinley ritiene che Crawley abbia dato alla squadra un senso dell’orientamento che potrebbe essere mancato prima del suo arrivo e ha coinvolto i giovani giocatori nel progetto.

“Sono più ottimista perché sono più competitivi”, ha detto.

“Michelle Lamaro ha solo 24 anni ed è solo alla sua seconda stagione da capitano, che è un ruolo enorme per qualcuno così presto nella sua carriera.

Paolo Garbisi, Tommaso Menoncello e l’assistente Danilo Vecchetti, che hanno solo 25 anni, sono grandi giocatori che hanno bisogno di cure.

“Anche loro sono la loro persona e vogliono anche controllare le proprie fortune e scrivere la propria storia”.

L’irlandese sarà senza incantesimo con un Johnny Sexton infortunato ma hanno alternative nell’altra metà.

Questo, dice, è il tallone d’Achille di McKinley in Italia.

“La cosa più importante, che l’Irlanda e la Francia in particolare hanno fatto, è stata costruire la profondità della squadra”, ha detto il 33enne.

“Questa è la sua più grande sfida su cui deve lavorare: assicurarsi che non solo 15 giocatori facciano il lavoro, ma 30 giocatori.

“Ecco perché l’Irlanda è così forte, con almeno due o tre giocatori in ogni ruolo che possono fare bene.

“Non fatevi illusioni, l’Italia non ha le stesse comodità”.

McKinley, la cui fedeltà sabato potrebbe essere con l’Italia alla quale dice di rimanere “fedele”, dice di essere rassicurato dal record di allenatore di Crowley che gli piacerebbe continuare.

READ  San Gabriel Football Leaders (fino al 15 settembre) - San Gabriel Valley Tribune

“Se torni a lavorare in Canada, è lì da otto anni, il che è un buon segno che è lì da molto tempo”, ha detto McKinley.

“Ovviamente era molto rispettato dai giocatori e ha fatto bene a rimanere nella posizione per un lungo periodo di tempo perché allenare a livello di test è un mondo davvero mutevole.

Sotto la sua guida, l’Italia sta forgiando la propria identità che è dovuta alla combinazione di allenatore e giocatori.

“È senza dubbio l’uomo giusto per il lavoro.”

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x