Cuba evacua 180.000 persone mentre Elsa continua il suo approccio | Notizie meteo

Un’allerta di tempesta tropicale è in vigore in alcune parti di Cuba e Giamaica, così come nelle aree dello stato americano della Florida.

Cuba ha evacuato 180.000 persone da tutta l’isola nel timore che la tempesta tropicale Elsa potesse causare gravi inondazioni dopo che tre persone sono state uccise nei Caraibi a seguito della tempesta.

Un avviso di tempesta tropicale era in vigore per diverse province cubane, tra cui L’Avana, così come la Giamaica, le Florida Keys, la costa sud-occidentale della Florida e il National Hurricane Center (NHC) con sede a Miami. Egli ha detto Domenica pomeriggio.

Il governo cubano ha aperto rifugi e si è mosso per proteggere i raccolti di canna da zucchero e cacao prima della tempesta. La maggior parte degli sfollati è andata a casa dei parenti, mentre migliaia si sono rifugiati nelle strutture governative.

Il centro ha affermato che la tempesta ha registrato venti massimi sostenuti di 95 km/h (60 mph), alle 14:00 (18:00 GMT) di domenica, ma questi potrebbero intensificarsi durante il giorno e fino a domenica notte mentre si avvicina al centro-sud di Cuba. costa.

“Tuttavia, lunedì è previsto un graduale indebolimento mentre Elsa attraversa Cuba. Dopo che Elsa sarà uscita dallo stretto della Florida e dal Golfo del Messico sudorientale, è possibile un leggero rafforzamento”, ha affermato l’agenzia.

Ceneri vulcaniche e fango riempiono una strada dopo il passaggio di Elsa in un’area sulla costa nord di Sandy Bay, Saint Vincent e Grenadine, il 3 luglio [Robertson S Henry/Reuters]

L’uragano Elsa era un uragano di categoria 1 a partire da sabato mattina, causando danni diffusi a diverse isole dei Caraibi orientali venerdì come primo uragano della stagione atlantica.

La tempesta ha ucciso una persona a St. Lucia, secondo la Caribbean Disaster Emergency Management Agency.

Nel frattempo, un ragazzo di 15 anni e una donna di 75 sono morti sabato in eventi separati nella Repubblica Dominicana dopo che i muri sono crollati su di loro, secondo una dichiarazione del Centro operativo di emergenza.

READ  Frasi di Natale 2020 - Tutto il meglio per Covid, Bambini, Papa Francesco e Amore

Barbados è stata anche tra le aree più colpite, con oltre 1.100 persone che hanno segnalato case danneggiate, di cui 62 completamente crollate quando il governo ha promesso di trovare e finanziare alloggi temporanei per evitare che le persone si radunino nei rifugi durante la pandemia.

La caduta di alberi è stata segnalata anche ad Haiti, che è particolarmente vulnerabile alle inondazioni e alle frane a causa dell’erosione diffusa e della deforestazione. La tempesta ha colpito il settore agricolo del Paese, secondo una valutazione preliminare.

L’acqua scorre lungo la costa rocciosa mentre la tempesta tropicale Elsa arriva a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana, il 3 luglio, in questo fermo immagine tratto da un video sui social media. [Eloy Contreras via Reuters]

Alle 14:00 (18:00 GMT) di domenica, il centro della tempesta si trovava a 65 chilometri (40 miglia) a sud-est di Cabo Cruz, Cuba, in direzione nord-ovest.

Si prevede che Elsa porterà fino a 20 cm (8 pollici) di pioggia in Giamaica, con alcune aree che salgono fino a 38 cm (15 pollici), mentre Cuba potrebbe vedere tempeste fino a 1,5 metri (5 piedi) in alcune aree.

Alcune strade di Kingston sono state allagate. “Le persone sono rimaste intrappolate nei veicoli”, ha detto Owen Palmer, uno dei primi soccorritori, aggiungendo che alcuni giamaicani erano spaventati. “Non hanno preso sul serio la tempesta – come fanno sempre i giamaicani – fino a quando non ha iniziato a piovere”.

Ian Thomas, che gestisce un piccolo ristorante, ha detto che un fiume in piena ha inondato le case vicine. Il fiume scorreva molto veloce a causa della forte pioggia del mattino. disse Tommaso.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x