“Danni più gravi alla fauna selvatica”, almeno 5.200 gru uccise dall’influenza aviaria in Israele

Un’epidemia di influenza aviaria ha ucciso migliaia di gru selvatiche in una riserva nel nord di Israele, un bilancio insolitamente alto dell’influenza stagionale, hanno detto domenica le autorità del parco.

Funzionari israeliani affermano che l’epidemia di influenza aviaria è il disastro della fauna selvatica più mortale nella storia del paese, con almeno 5.200 gru su mezzo milione di gru che passano attraverso Israele nel loro viaggio verso l’Africa nella valle di Hula.

Un portavoce dell’Hula Lake Park del Jewish National Fund ha affermato che i lavoratori stavano rimuovendo le carcasse il più rapidamente possibile, temendo che potesse infettare altri animali selvatici, compresi gli avvoltoi che si nutrono di animali morti.

Oltre ai 5.200 morti, si ritiene che altri 10.000 siano rimasti feriti, secondo Ohad Hatsovy, uno specialista dell’Israel Nature and Parks Authority.

Il ministro per la protezione ambientale Tamar Zandberg ha twittato che la crisi è stata “il danno più grave alla fauna selvatica nella storia del paese”.

Un portavoce del ministero dell’Agricoltura ha annunciato che nella regione saranno macellati mezzo milione di polli per prevenire la diffusione della malattia.

Circa 500.000 gru attraversano Israele ogni anno nel loro viaggio verso l’Africa, e la maggior parte di esse si ferma nella valle di Hula, un punto importante sulla rotta migratoria.

“L’epidemia di quest’anno è molto più ampia rispetto agli anni precedenti”, ha affermato Uri Naveh, uno degli scienziati senior del gruppo. Ha descritto il numero di gru morte come “straordinario”.

Si ritiene che circa 30.000 gru siano rimaste nell’area per l’inverno.

READ  La parte mancante di Stonehenge offre uno sguardo senza precedenti nell'antico memoriale

Un portavoce del ministero dell’Agricoltura israeliano ha aggiunto: “L’influenza aviaria che sta investendo la popolazione, l’H5N1, è stata rilevata in alcuni branchi di polli nel nord di Israele”.

Il ministero ha smesso di vendere uova provenienti da allevamenti colpiti.

Ha continuato: “È raro che il virus H5N1 si diffonda tra gli esseri umani, ma ci sono stati focolai in passato”.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, dal 2003 il virus H5N1 ha ucciso più di 450 persone, principalmente in Indonesia, Egitto e Vietnam.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x