Deb Haaland nominato Primo Segretario degli Interni indigeno d’America | Notizie sull’ambiente

Il Senato degli Stati Uniti ha confermato la nomina del deputato Deb Haaland a Segretario degli Interni, rendendo il politico del New Mexico il primo indigeno a guidare un’agenzia ministeriale nella storia degli Stati Uniti.

Haaland, un membro della tribù Laguna Pueblo, supervisionerebbe più di 202.342.821 ettari (500 milioni di acri) di terre degli Stati Uniti e le relazioni del governo federale con le 574 nazioni indigene riconosciute. Gruppi di nativi americani e ambientalisti hanno fatto una campagna per l’affermazione di Haaland.

Popoli indigeni, predicatori e alleati di tutto il paese hanno lavorato instancabilmente per sostenere e avanzare [Haaland] “Non potremmo esserne più orgogliosi”, ha detto ad Al Jazeera Crystal Eco Hawk, fondatore e CEO di IllumiNative, un gruppo guidato da indigeni che mira ad aumentare la visibilità dei paesi indigeni.

Echo Hawk ha descritto Haaland, una delle prime donne aborigene elette al Congresso degli Stati Uniti nel 2018, come “una forza e un creatore di storia che lotterà per garantire che le voci indigene vengano ascoltate”.

Haaland si è da tempo opposto alla fratturazione idraulica e si è unito alle proteste contro gli oleodotti, scrivendo in un post del 2017 sulla piattaforma web Medium N:[f]Gli scaffali sono pericolosi per l’aria che respiriamo e l’acqua che beviamo “, e” La vendita all’asta della nostra terra per la frantumazione e lo scavo serve solo a raccogliere profitti per pochi “.

Il parlamentare del New Mexico ha confermato con un margine di 51 a 40. Il voto è arrivato dopo l’interrogatorio dei senatori repubblicani del Comitato per l’energia e le risorse naturali del Senato il mese scorso sulle loro opinioni sul gas naturale e sull’estrazione di petrolio su terreni pubblici.

Haaland era anche un sostenitore del Green New Deal, un piano guidato dal progressista per spostare l’economia degli Stati Uniti dai combustibili fossili alle energie rinnovabili. Ha il sostegno di Echorouk, un’organizzazione ambientalista popolare con la sinistra progressista.

Haaland ha detto ai repubblicani, che hanno condiviso le sue opinioni sulla lotta al fracking, durante l’udienza che avrebbe sollevato l’agenda del presidente Joe Biden, non la sua.

READ  La Corea del Nord accusa le Nazioni Unite di "doppi standard" nei test missilistici | Notizie di politica

Controllo delle popolazioni indigene

In qualità di ministro degli interni, Haaland supervisionerà anche le riserve indigene riconosciute a livello federale.

Gli indigeni negli Stati Uniti hanno compiuto nuovi tentativi negli ultimi anni per impedire che i loro luoghi sacri venissero sfruttati.

Le proteste di Standing Rock per il gasdotto Dakota Access, guidate dal popolo Lakota nel 2016, sono state paragonate al movimento per i diritti civili.

Haaland era presente nei campi utilizzati dai manifestanti per servire cibo.

Più recentemente, gli attivisti di Ojala Lakota hanno spinto per il ritorno del Monte Rushmore, un monumento a quattro presidenti americani scolpito in una montagna sacra che rappresenta gli antenati di Ogala e altri gruppi indigeni, alla tribù.

L’ex presidente Donald Trump ha fatto una controversa visita al South Dakota Memorial lo scorso 4 luglio per celebrare il Giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti – che di solito include fuochi d’artificio ed è importante per l’economia dello stato – senza consultare i leader indigeni.

La visita è stata annunciata dal governatore del Sud Dakota Christie Noem, un alleato di Trump.

Durante l’udienza di febbraio, il senatore repubblicano Roger Marshall ha detto: “Penso che sia fantastico che l’America celebri la nostra indipendenza e che posto fantastico per farlo”, ha detto Noim, chiamando Haaland e Biden a partecipare.

Haaland ha risposto: “Se l’epidemia finisce e possiamo viaggiare, non sono mai andato a Mount Rushmore, quindi lo apprezzo”.

Haaland aveva detto in precedenza alla MSNBC prima del 4 luglio che le tribù non erano state incluse nelle discussioni riguardanti i limiti esterni delle loro riserve e “solo perché i siti sacri non sono inclusi nei loro limiti esterni” non significa che le tribù non considerino questi siti sacri.

READ  La Francia aumenta la sua pressione sul Libano per formare un governo | Notizie di economia e commercio

“La storia degli indigeni è la storia americana”, ha detto Halland. “Dobbiamo rispettarlo.”

Eko Hawk ha detto ad Al-Jazeera Haaland che la nomina degli indigeni dà “un rinnovato senso di speranza e ottimismo per il futuro di questo Paese”.

Il leader dell’Illuminismo sperava che Haaland “continuerà a ispirare un maggior numero di indigeni a candidarsi alle cariche di tribù e locali, al Congresso e oltre”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x