Di fronte alla pressione, Biden firma l’ordine di accesso all’aborto – notizie dal mondo

Biden firma l’ordine di aborto

Stampa canadese – | Storia: 374777

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden intraprenderà un’azione esecutiva venerdì per proteggere l’accesso all’aborto, ha affermato la Casa Bianca, mentre affronta crescenti pressioni da parte dei colleghi democratici per essere più energico sull’argomento dopo che la Corte Suprema ha posto fine a un diritto costituzionale alla misura due settimane fa.

La Casa Bianca ha detto che Biden parlerà venerdì mattina “sulla protezione dell’accesso ai servizi di assistenza sanitaria riproduttiva”. Le misure che avrebbe dovuto delineare hanno lo scopo di cercare di mitigare alcune delle potenziali sanzioni che le donne che cercano di abortire potrebbero dover affrontare dopo l’emanazione della sentenza, ma sono limitate nella loro capacità di proteggere l’accesso all’aborto a livello nazionale.

Biden dovrebbe formalizzare istruzioni ai Dipartimenti di giustizia e salute e servizi umani per rispondere agli sforzi per limitare la capacità delle donne di accedere a farmaci abortivi approvati a livello federale o di viaggiare attraverso i confini statali per accedere ai servizi di aborto clinico.

L’ordine esecutivo di Biden indirizzerebbe anche le agenzie a lavorare per educare i fornitori di servizi sanitari e le compagnie assicurative su come e quando sono tenuti a condividere informazioni privilegiate sui pazienti con le autorità, nel tentativo di proteggere le donne che cercano o beneficiano di servizi di aborto. Richiederebbe inoltre alla FTC di adottare misure per proteggere la privacy di coloro che cercano informazioni sull’assistenza riproduttiva online e creare una task force interagenzia per coordinare gli sforzi federali per proteggere l’accesso all’aborto.

La Casa Bianca ha affermato che inviterà anche avvocati volontari a fornire alle donne e ai fornitori di servizi assistenza legale gratuita per aiutarli a superare le nuove restrizioni statali a seguito della sentenza della Corte Suprema.

READ  Questo sacerdote aborigeno guiderà Papa Francesco nella sua visita in Canada questo mese

L’ordinanza, a seguito di una sentenza della Corte Suprema del 24 giugno che ha posto fine al diritto all’aborto a livello nazionale e ha lasciato agli stati la facoltà di decidere se o come consentire la procedura, arriva quando Biden ha dovuto affrontare le critiche di alcuni nel suo partito per non aver agito con maggiore urgenza . Per proteggere l’accesso delle donne all’aborto. Annullato la decisione nel caso noto come Dobbs v. Jackson Women’s Health Organization, sentenza del tribunale del 1973 storica nel caso Roe v. Guadare.

Dopo la decisione, Biden ha sottolineato che la sua capacità di proteggere i diritti di aborto attraverso l’azione esecutiva è limitata senza l’azione del Congresso.

“Alla fine, il Congresso dovrà lavorare per codificare Rowe in una legge federale”, ha detto Biden la scorsa settimana durante un incontro virtuale con i governatori democratici.

Il mandato del DOJ e dell’HHS dovrebbe spingere le agenzie a combattere in tribunale per proteggere le donne, ma non offre garanzie che il sistema giudiziario si schiererà contro potenziali procedimenti giudiziari da parte degli stati che si sono mossi per vietare l’aborto.

“Il presidente Biden ha chiarito che l’unico modo per garantire il diritto di scelta di una donna è che il Congresso ripristini la protezione di Roe come legge federale”, ha affermato la Casa Bianca. “Fino ad allora, si è impegnato a fare tutto il possibile per difendere i diritti riproduttivi e proteggere l’accesso all’aborto sicuro e legale”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x