Diane Warren ottiene una dodicesima nomination all’Oscar

La dodicesima canzone di Diane Warren candidata all’Oscar non rimane quasi mai nella foto.

Ho sentito parlare di “The Life Ahead” prima che venisse girato, e sono stato influenzato dalla storia di un sopravvissuto all’Olocausto in Italia – interpretato dalla leggenda dello schermo Sophia Loren – che la collega a un giovane ragazzo senegalese di nome Momo. Warren ha cercato in modo proattivo di lavorare al progetto e ha scritto una poesia di rassicurazione per la chitarra e il cantante dopo aver letto la sceneggiatura.

Il regista Eduardo Ponti, il figlio di Lauren, ha adorato la canzone – “Ho visto” – e ha invitato Warren nel luogo delle riprese a Bari, in Italia. Ha colto l’atmosfera e, ovviamente, ha chiesto a Lauren di farsi un selfie. (L’attrice, 86 anni, ha umilmente rifiutato, poiché rappresentava la scena della sua morte quel giorno e non era truccata.)

Ponte in seguito ha inserito la canzone di Warren nel film modificato, ma poi ha ricevuto una chiamata che diceva che avrebbero dovuto perderla.

Ricorda di aver sentito: “La canzone non funziona affatto”. “È davvero fastidioso nel film.” Quindi abbiamo provato diversi arrangiamenti e tutto il resto. E all’improvviso ho pensato, ‘Sai perché non funziona? Il film è in italiano. Ovviamente sarebbe fastidioso ascoltare una canzone in inglese! “

Quindi ho contattato Laura Bossini.

Laura Pausini è co-protagonista con Diane Warren per una nomination all’Oscar.

(Paulo Carta)

“È la più grande cantante in Italia, proprio come l’attrice, Sophia Loren, la più grande star del cinema italiana”, dice Warren. “Ho pensato che fosse un bel parallelo.”

READ  "Hidden Away", "Baths" e "Bad Tales" sono i protagonisti delle nomination di David per l'Italia

Warren ha chiamato il cantante vincitore del Grammy Award in vetta alla classifica – che ha fatto paragoni con Celine Dion – intorno ad agosto nel mezzo della pandemia. Bossini ha visto il film e ha risposto al suo messaggio sul potere di “la famiglia si trova”, un’idea che vuole educare sua figlia.

Anche lei una volta si è sentita invisibile ma “ha trovato la forza per essere abbastanza forte da credere in un’altra persona, ed è rinata”, dice Bossini, che ha assorbito le parole inglesi di Warren e le ha personificate nella sua lingua madre.

Le parole originali di Warren erano in risposta al testo, dove dice: “Continuavo a vedere la parola” Ho visto “.” Vogliamo tutti essere visti “.

La parola “Visto” è diventata “Io Sì”, che si traduce approssimativamente in “Lo faccio” o “Lo farò”. Nel testo italiano di Bossini, la canzone dice: “Quando sei invisibile / Peggio che non sopravvivere / Nessuno ti vede / Lo farò.”

La cagna e il piccolo orfano si scontrano all’inizio ma presto crescono per vedersi in un modo che nessun altro vede, e la canzone cavalca le emozioni della loro storia alla fine. L’ultima immagine del film è una leonessa, un simbolo immaginario della defunta madre di Momo, mentre la osserva dal cimitero.

Ponti ha ritenuto che la canzone di Warren, ora in italiano, funzionasse così bene che ha lasciato cadere una parte finale della narrazione e ha lasciato parlare la canzone.

L’intenzione di Bossini era “far parlare il personaggio di Sophia, nella sua ultima dichiarazione nel film, come un retaggio d’amore. È stato il mio più grande affetto e il modo migliore per trovare le parole giuste per adattare le parole di Diane in italiano. È un grande onore essere la “voce” di questa attrice. La donna brillante e straordinaria “.
La canzone è stata prodotta da Greg Wells e Warren voleva che l’arrangiamento mantenesse una certa semplicità.

Brahima Joy e Sophia Loren nel film "La prossima vita."

Brahima Joy e Sophia Loren in Life Ahead.

(Greta de Lazares / Netflix

)

“Non puoi distorcere questa canzone”, dice. “Vuoi ascoltare la melodia, vuoi sentire quelle parole. Non vuoi ascoltare un mucchio di produzioni.”

READ  Mobi porta Regno Unito, America Latina, Italia, Francia, Germania e altro ancora, al "Phaya Day" - la scadenza

Warren è diventata un punto fermo agli Oscar – si spera che la dodicesima volta sia magica – e anche se ha scritto canzoni radiofoniche per tutti, da LeAnn Rimes (“How Do I Live”) a Céline Dion (“Why You Loved Me”) a Cher ( “Se potessi tornare indietro”), sono diventato un cantautore di film.

Le sue dozzine di nomination agli Oscar includono la canzone degli Aerosmith “I Don’t Want to Lose A Thing” da “Armageddon”, “There Will Be” di Faith Hill da “Pearl Harbor” e “Til It Happens to You” di Lady Gaga da il documentario del 2015. Hunting ground “.
“Penso di essere bravo ad arrivare alla verità emotiva, o al nucleo emotivo del film, con le canzoni che sto scrivendo per loro”, dice Warren. “Penso che sia solo un istinto. E mi piace farlo.”

Si rende anche conto che non tutti i film a cui ha contribuito sono uguali e solo uno di loro ha come protagonista Sophia Loren. In un recente panel di Zoom, l’attrice ha posato per Warren quando ha detto che “Io Sì” è stata la canzone più bella che ha sentito nella sua vita.

Meglio di un Oscar, non è vero?

“Sì, è vicino”, dice Warren, ridendo. “Posso averli entrambi?”

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x