Dmitriy Muratov ha messo all’asta il Premio Nobel per 103,5 milioni di dollari per i rifugiati ucraini

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Una medaglia del Premio Nobel per la pace del giornalista russo Dmitry Muratov per aver aiutato i bambini ucraini senzatetto è stata venduta lunedì sera per 103,5 milioni di dollari, battendo un record.

Il ricavato andrà al fondo dell’UNICEF per i rifugiati dei bambini, Heritage Auctions Ha detto in una pubblicitàDopo che Muratov ha venduto il premio per aiutare i bambini costretti a lasciare le loro case in Ucraina.

Il record precedente per una medaglia del Premio Nobel era di 4,76 milioni di dollari nel 2014, quando James Watson mise all’asta il suo premio del 1962 per la sua scoperta congiunta della struttura a doppia elica del DNA.

Muratov, direttore del quotidiano russo indipendente Novaia Gazeta Chi ha criticato la guerra del Cremlino all’Ucraina, ha affermato che i risultati dell’asta hanno superato le sue aspettative.

Dmitriy Muratov, co-vincitore del Premio Nobel per la pace 2021, ha messo all’asta il suo premio il 21 giugno per 103,5 milioni di dollari per aiutare i bambini sfollati a causa della guerra. (Video: Reuters)

Di fronte alla censura di Putin in tempo di guerra, un premio Nobel lotta per preservare la verità in Russia

“Il messaggio più importante oggi è che le persone capiscano che è in corso una guerra e che dobbiamo aiutare le persone che soffrono di più”, ha affermato.

sessant’anni Ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 2021 insieme alla giornalista filippina Maria Ressa per il loro lavoro di promozione della cronaca indipendente di fronte al crescente autoritarismo.

“La Russia bombarda l’Ucraina” è stato pubblicato a grandi lettere sulla prima pagina del primo numero di Novaya Gazeta dopo che Mosca ha lanciato la sua invasione il 24 febbraio, con articoli stampati fianco a fianco in russo e ucraino.

READ  Ondate di profughi ucraini attraversano il confine mentre il Segretario di Stato americano visita un centro di accoglienza in Polonia

Poco più di un mese dopo, il giornale annunciare Le operazioni saranno sospese fino alla fine del conflitto dopo aver ricevuto un altro avviso dall’autorità di regolamentazione delle comunicazioni russa Con l’intensificarsi della repressione dei media e delle critiche alla guerra.

Gli Stati Uniti affermano che l’intelligence russa ha orchestrato l’attacco al premio Nobel

Ad aprile, dopo aver versato vernice rossa e acetone su Muratov su un treno in Russia, il governo degli Stati Uniti ha affermato di aver concluso che l’intelligence russa Era lui dietro l’attacco.

I dipendenti del suo giornale sono stati oggetto di omicidi e minacce sin dalla sua fondazione nel 1993, anche se questa è la prima volta che il giornale cessa di pubblicare.

Muratov, che ha sostenuto un movimento contro la guerra, ha detto che sperava che esporre la sua medaglia del Premio Nobel a un’asta a New York avrebbe incoraggiato altri a donare. L’evento, organizzato da Heritage Auctions, ha coinciso con la Giornata Mondiale del Rifugiato.

“Speravo ci sarebbe stata un’enorme quantità di solidarietà, ma non mi aspettavo che fosse una quantità enorme”, ha detto lunedì dopo la chiusura della gara, secondo l’Associated Press.

“Dovrebbe diventare un rapido inizio di folla o come esempio, quindi le persone mettono all’asta i loro beni preziosi per aiutare i rifugiati ucraini”, Ha detto prima in un video.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x