Doping: Wada critica il giudice italiano “ spericolato ” scagionando Schwazer, ex campione olimpico di camminata, cronaca sportiva e top stories

Milano (AFP) – Giovedì 18 febbraio un giudice italiano ha assolto l’ex campione olimpico Walker Alex Schwazer, arrestato per otto anni con l’accusa di doping, da un procedimento penale che riteneva che i suoi campioni avrebbero potuto essere alterati.

L’agenzia di stampa AGI riferisce che il giudice istruttore Walter Bellino, nella città nord di Bolzano, ha stabilito che il caso contro il campione olimpico 2008 venga archiviato di una distanza di 50 km dall’Italia “per non aver commesso i fatti”.

Bellino scrive di credere “con un alto grado di credibilità che i campioni di urina prelevati da Alex Schwitzer il 1 ° gennaio 2016 siano stati alterati per un risultato positivo (al fine di) ottenere la squalifica e screditare l’atleta”.

Più tardi, giovedì, l’Agenzia mondiale antidoping (WADA) ha condannato i commenti e minacciato azioni legali.

“Wada è terrorizzata dalle molteplici accuse sconsiderate e infondate del giudice contro l’organizzazione e altre parti nel caso”, ha detto l’organizzazione con sede a Montreal in una dichiarazione su Twitter.

Schwazer, 36 anni, è stato sospeso per otto anni prima delle Olimpiadi del 2016, per i test positivi per gli steroidi anabolizzanti, ma ha affermato di essere stato vittima di un gioco malevolo.

I campioni prelevati il ​​1 gennaio 2016 hanno inizialmente dato esito negativo, ma una nuova analisi, il maggio successivo, ha rivelato gli effetti dei prodotti dopanti.

“Non smettiamo mai di lottare e questa dura lotta è gratificante, mi rende felice”, ha detto ad AGI Schwazer, 36 anni.

“Ora mi sento più leggero, e finalmente ha scritto in bianco e nero che sono innocente.”

Schwazer aveva già scontato un divieto di 3 anni per essere positivo per EPO prima delle Olimpiadi di Londra 2012. Non ha contestato i risultati di questo test.

READ  Il canadese Brendan Butcher ha battuto l'italiano Joel Retornaz nel campionato mondiale di curling maschile

Il giudice Bellino ha criticato Wada e la Federazione internazionale di atletica leggera (ora World Athletics), i due organismi che ha detto “operano in modo del tutto autoreferenziale, e non tollerano controlli esterni”.

Wada ha respinto le accuse del giudice.

La dichiarazione affermava che “Wada era una parte civile in queste procedure e ha assegnato il ruolo di assistere il tribunale nel raggiungere la sua decisione”.

Nel corso del procedimento, Wada ha presentato prove inconfutabili confermate da esperti indipendenti, che il giudice ha respinto a favore di teorie infondate.

“L’agenzia aderisce a tutte le prove che ha presentato e respinge le critiche diffamatorie nella decisione con la massima fermezza.

“Una volta analizzata l’intera sentenza, Wada prenderà in considerazione tutte le opzioni disponibili, comprese le azioni legali che potrebbe intraprendere”.

Schwazer ha continuato ad allenarsi nella speranza di competere alle Olimpiadi di Tokyo, dicendo: “Vorrei finire la mia carriera come voglio, non come vogliono gli altri”.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x