― Advertisement ―

spot_img
HomesportDopo il miracolo italiano, Spalletti non si accontenta delle fughe di notizie...

Dopo il miracolo italiano, Spalletti non si accontenta delle fughe di notizie e parla di accordi

LIPSIA, Germania – Per i media italiani, l'1-1 di lunedì contro la Croazia che ha portato la Croazia agli ottavi di finale di Euro 2024 è stato un miracolo, ma nonostante l'euforia per il pareggio nel finale, l'allenatore Luciano Spalletti non sembrava affatto felice.

I campioni in carica erano sotto 1-0 nell'ultimo minuto di recupero, un risultato che li avrebbe visti aspettare per vedere se si sarebbero qualificati al torneo, prima che il gol del subentrato Mattia Zaccagni salvasse il pareggio.

Nella conferenza stampa post partita, Spalletti ha risposto stizzito a un giornalista che gli chiedeva se il 3-5-2 fosse frutto di un accordo con i suoi giocatori.

“Secondo me questo è quello che ti è stato detto”, ha detto Spalletti prima che il giornalista gli chiedesse la sua età.

“Cinquantuno anni, ne mancano ancora 14 prima di arrivare ai 65 come me. Parlo con i giocatori, ho bisogno di sentire con le loro orecchie e vedere con i loro occhi, quindi parlo con loro, qual è il problema. ?”

Dopo che il giornalista ha insistito sul fatto che nessuno gli aveva parlato dell'accordo, Spalletti ha ribadito che qualcuno aveva parlato a sproposito.

“Ma non dite che questa è una vostra licenza poetica, è solo debolezza da parte di chi fa trapelare cose”, ha detto Spalletti.

“C’è un ambiente interno e un ambiente esterno e se nell’ambiente interno c’è chi parla di certe cose all’estero, allora sono loro che fanno male alla Nazionale.

“Ho fatto la tesi a Coverciano sul 3-5-2. Poi ve la farò vedere, quindi naturalmente ne parlerò con i giocatori”.

READ  Moise Kean nega di aver rifiutato di giocare per la nazionale italiana Under 21

L'Italia è arrivata alla partita contro la Croazia sapendo che un pareggio avrebbe garantito il posto agli ottavi e, nonostante il ritardo nella qualificazione, non è la paura a preoccupare Spalletti.

“Che razza di domanda è: cosa accadrebbe se uscissimo dal torneo? Ho paura? Di cosa ho paura? Altrimenti verrei qui come te e guarderei le partite”, ha detto Spalletti.

“Avrei fatto altro. Conosco tante persone che mi avrebbero dato un biglietto gratis. Naturalmente c'è pressione e responsabilità, ma noi andiamo lì per giocare”.

Ha scritto La Gazzetta dello Sport titolando “Miracolo italiano” e ha detto che la Nazionale azzurra è stata salvata non solo dal momento magico di Zacani ma anche dalla parata del portiere Gianluigi Donnarumma.

Il quotidiano “La Stampa” ha pubblicato lo stesso titolo e ha definito Zaccagni “un eroe accidentale di una brutta partita”, mentre il quotidiano “La Repubblica” ha scritto che “gli Azzurri sono arrivati ​​agli ottavi di finale per il rotto della cuffia”.

Sabato l'Italia affronterà la Svizzera negli ottavi di finale.