È previsto il lancio di un telescopio da 10 miliardi di dollari che raggiungerà i confini dell’universo

Babbo Natale non sarà l’unico a fare un viaggio la vigilia di Natale, gli scienziati si preparano per lancia il telescopio Questo le ha permesso di vedere, beh, tutto nell’universo.

il Telescopio spaziale James Webb Il volo di JWST inizierà venerdì, segnando il tanto atteso lancio del telescopio più grande e costoso del mondo fino ad oggi.

il James Webb È il successore di Telescopio Spaziale Hubble, che non solo ha fornito immagini straordinarie, ma è stato anche fondamentale per fornire conoscenze scientifiche sul nostro universo e sulle sue origini.

Immagine ad alta risoluzione dei Pilastri della Creazione, catturata dal telescopio spaziale Hubble.

NASA, ESA, STScI, J. Hester e P. Scowen (Arizona State University) / Hubble Heritage Team (STScI / AURA)

Webb sarà in grado di Sbircia indietro nel tempo, probabilmente 100 milioni di anni dopo il Big Bang, secondo The Atlantic. E non solo gli scienziati pensano di poter osservare le galassie di quel periodo, ma pensano anche di poter determinare la composizione di quelle galassie.

“Possiamo effettivamente effettuare misurazioni dettagliate di Quanto di ciascun elemento chimico? Steve Finkelstein, un astrofisico dell’Università del Texas ad Austin che stava lavorando al progetto, ha detto a The Atlantic.

Il James Webb Space Telescope (JWST) della NASA orbiterà intorno al Sole a 1,5 milioni di km dalla Terra.

Il James Webb Space Telescope (JWST) della NASA orbiterà intorno al sole a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra.

Cortesia / ESA

Finkelstein ha anche affermato che i team di Webb si stanno preparando per alcune sorprese.

Possiamo indovinare: “Beh, penso che lo faremo, penso che vedremo”, ha detto Finkelstein, ma semplicemente non lo sappiamo. “Guardiamo l’universo in un modo nuovo, e Non sappiamo cosa scopriremo. “

In questa immagine rilasciata dall'Agenzia spaziale europea sabato 11 dicembre 2021, il James Webb Space Telescope della NASA è montato su un razzo Ariane 5.

In questa immagine rilasciata dall’Agenzia spaziale europea sabato 11 dicembre 2021, il James Webb Space Telescope della NASA è montato su un razzo Ariane 5 che lo lancerà nello spazio dallo spazioporto europeo nella Guyana francese.

M.Pedoussaut/ESA tramite The Associated Press

L’Agenzia Spaziale Canadese ha Contribuisci al telescopio, fornendo il Precision Guidance Sensor (FGS) e l’imager nel vicino infrarosso e lo spettrometro non a fessura, che sarà in grado di cercare esopianeti, rilevare le atmosfere di piccoli pianeti abitabili simili alla Terra e dare la capacità di “guardare dentro la polvere nuvole dove si stanno formando stelle e sistemi planetari” Oggi”, afferma A Scheda informativa della NASA.

Il JWST da 10 miliardi di dollari ha uno specchio primario molto più grande dell’Hubble (2,7 volte più grande di diametro, o circa sei volte l’area), che gli conferisce una maggiore capacità di raccolta della luce e Sensibilità notevolmente migliorata rispetto a Hubble.

Invece di lavorare nello spettro della luce visibile e ultravioletta, come Hubble, JWST è in grado di guardare la sezione infrarossa dello spettro della luce, permettendogli di vedere oggetti precedentemente nascosti nel telescopio Hubble. Verrà anche allontanato dalla Terra, il che significa che dovrà funzionare a temperature più fresche.

Hubble orbita a circa 550 chilometri dalla Terra, ma JWST non orbiterà affatto intorno alla Terra, ma vivrà nello spazio a circa 1,5 milioni di chilometri dal nostro pianeta, in orbita attorno a un punto gravitazionalmente stabile in cui le nuvole della Terra e del Sole si bilanciano. moto orbitale dell’osservatorio.

E mentre JWST punta sui confini più remoti dell’universo, Naomi Roe-Gurney, una scienziata planetaria del Goddard Space Flight Center della NASA, ha detto ad Al Jazeera che sta decollando. Esamina anche il sistema solare della Terra.

Per saperne di più:

Scoperto un pianeta delle dimensioni di Giove 10 volte più grande di Giove, quando non dovrebbe nemmeno esistere

“C’è un’intera sezione dedicata alle scienze del sistema solare, Guardando tutto da Marte all’esternoCosì come pianeti nani, comete, asteroidi e anelli di tutti i sistemi e tutte le lune.

Dire che questa tecnologia è eccitante sarebbe un eufemismo e la comunità spaziale si sta divertendo un po’. All’inizio di questo mese, lo scienziato planetario Peter Gao ha twittato: “SCICOMM: JWST è il più grande telescopio mai inviato nello spazio, aiuterà a trovare la vita e ci dirà come è iniziato l’universo, non è bello??? / Astronomi: tutta la mia carriera è in attesa Per questo secchio di fallimenti in un punto, sono così nervoso che piango e vomito dappertutto”.

Irene May, ricercatrice post-dottorato in astrofisica che studia le atmosfere degli esopianeti, ha twittato: “Come dovrei vivere, ridere, amare queste condizioni”.

Scherzi e meme a parte, una volta lanciato JWST non ci saranno seconde possibilità. L’enorme visiera parasole del telescopio ha 107 fermi che lo bloccano in posizione per il lancio e se uno di questi fermi non viene rilasciato correttamente, Il progetto non avrà successo, Rapporti di ardesia.

Keith Parrish, direttore dell’osservatorio del JWST presso il Goddard Space Flight Center della NASA, ha detto a Slate che “le conseguenze del mancato lancio di un solo (da Sunblock 107) che non è stato lanciato correttamente sono piuttosto drammatiche, quindi penso che il numero di questi L’hardware (107) dovrebbe funzionare correttamente Può essere un po’ spaventoso. “

Gli scienziati circondano una replica a grandezza naturale della crema solare a cinque strati del JWST, che è la parte più grande dell'osservatorio.

Gli scienziati circondano una replica a grandezza naturale della crema solare a cinque strati del JWST, la parte più grande dell’osservatorio.

NASA / Chris Jenn

La risoluzione dei problemi nella funzionalità del telescopio ha causato molti ritardi, ritardando di anni il lancio. A causa della distanza dalla Terra, gli astronauti non sarebbero in grado di raggiungere Webb per la manutenzione e la riparazione, se qualcosa dovesse andare storto. La NASA non ha mai tentato una serie così complessa di passaggi remoti. Molti dei meccanismi non hanno un backup, quindi un guasto di una di queste 344 parti potrebbe anche rovinare la missione.

Sono stati anni e anni di test, e ora speriamo per il meglio.

“Sarà travolgente”, ha detto a The Atlantic Jeyhan Kartaltepe, un astrofisico del Rochester Institute of Technology il cui team ha ottenuto il maggior tempo di osservazione nel primo anno di Webb, sulla prospettiva del suo fallimento. “Non credo di poter nemmeno esprimere Come sarebbe schiacciato?. “

Per saperne di più:

Il rover cinese individua uno strano oggetto a forma di cubo sulla luna

L’amministratore della NASA Bill Nelson ha detto di essere più nervoso ora di quanto non lo fosse quando è stato lanciato sulla navetta spaziale Columbia nel 1986.

“Ci sono più di 300 cose, ognuna delle quali sta andando male, non è una buona giornata”, ha detto Nelson all’Associated Press. “Così Dovrebbe funzionare tutto alla perfezione. “

Il telescopio Webb è così grande che ha dovuto essere piegato in stile origami per adattarsi all’ogiva di un razzo europeo Ariane per decollare dalla costa della Guyana francese in Sud America. Il suo specchio raccoglitore di luce ha le dimensioni di diversi posti auto e la tettoia parasole delle dimensioni di un campo da tennis.

Questa combinazione di immagini delle animazioni fornite dalla NASA nel dicembre 2021 mostra il rilevamento dei componenti del James Webb Space Telescope.  Il Webb è così grande che ha dovuto essere piegato in stile origami per adattarsi all'ogiva di un razzo Ariane.

Questa combinazione di immagini tratte dalle animazioni messe a disposizione dalla NASA nel dicembre 2021 mostra il rilevamento dei componenti del James Webb Space Telescope. Il Webb è così grande che ha dovuto essere piegato in stile origami per adattarsi all’ogiva di un razzo Ariane.

NASA/Goddard Space Flight Center Conceptual Image Lab tramite The Associate Press

Webb avrebbe impiegato un mese intero per raggiungere il parcheggio previsto, quattro volte dopo la luna piena. Da questa posizione gravitazionalmente bilanciata ed efficiente dal punto di vista del consumo di carburante, il telescopio manterrà il passo con la Terra mentre orbita attorno al Sole ed è posizionato costantemente sul lato notturno della Terra.

Ci vorranno altri cinque mesi per raffreddare e controllare i dispositivi a infrarossi di Webb prima che possano funzionare entro la fine di giugno.

— Con i file di Nicole Mortelaro e dell’Associated Press

© 2021 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.

READ  Dai un'occhiata a Marte con questo video a 360 gradi catturato dal Perseverance Rover per la NASA

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x