Ecco come trasferire i tuoi abbonamenti da Google Podcasts prima di disattivarlo

Ecco come trasferire i tuoi abbonamenti da Google Podcasts prima di disattivarlo

All’inizio di quest’anno, Google ha annunciato che lo avrebbe fatto nel 2024. Da allora, la società ha iniziato a trasferire i podcast su YouTube e sulla sua app complementare, YouTube Music. Per facilitare il processo di trasferimento, Google rilascerà un file Per gli utenti esistenti dell’app podcast. Con questo strumento, gli utenti statunitensi potranno trasferire i loro abbonamenti preferiti da Google Podcasts a YouTube Music o esportarli per utilizzarli in altre app di podcast.

Nelle prossime settimane lo strumento di migrazione sarà disponibile tramite un banner in Google Podcasts. Sono disponibili istruzioni dettagliate su come utilizzare lo strumento di migrazione in . L’intero processo consiste in soli quattro passaggi e dovrai avere Google Podcasts e YouTube Music installati sul tuo dispositivo per completare il trasferimento. Dopo il trasferimento, Google rileva che potrebbero essere necessari alcuni minuti prima che tutto venga visualizzato nella tua libreria YouTube Music.

La mossa di Google di abbandonare la sua app podcast autonoma non è una sorpresa completa. Google Podcasts è in circolazione dal 2018, ma non è ancora decollato come app simili, tra cui Overcast e Spotify. E YouTube lo è già fan, con un recente studio che sostiene ancora di più degli ascoltatori di podcast utilizza YouTube come lettore principale. Molti dei podcast più popolari di oggi sono già disponibili su YouTube. Per i podcast che non sono disponibili sulla piattaforma, gli utenti possono aggiungere programmi direttamente alla propria libreria YouTube Music tramite un feed RSS. Questo non è il primo rodeo di Google. Nel 2020, la società ha eliminato la sua app musicale autonoma, Per YouTube Music, ha anche fornito uno strumento completo per spostare le librerie nella nuova app.

READ  Sega ha ucciso Sonic come regalo del primo di aprile

Google Podcasts rimarrà disponibile per l’ascolto fino a marzo 2024, dopodiché gli utenti potranno eseguire la migrazione o esportare i propri abbonamenti fino a luglio 2024.

Fino Neri

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x