Eclissi solare: non sono stati segnalati ricoveri ospedalieri a Ottawa a causa di lesioni agli occhi associate all'eclissi

Eclissi solare: non sono stati segnalati ricoveri ospedalieri a Ottawa a causa di lesioni agli occhi associate all'eclissi

L'ospedale di Ottawa e l'ospedale pediatrico dell'Ontario orientale (CHEO) hanno dichiarato di non aver segnalato alcun ricovero al pronto soccorso correlato a danni agli occhi in seguito all'eclissi solare di lunedì.

Gli esperti sanitari avevano avvertito nei giorni precedenti l’evento celeste che guardare direttamente il sole senza un’adeguata protezione per gli occhi poteva portare a danni agli occhi gravi e possibilmente permanenti.

La scorsa settimana la sanità pubblica di Ottawa ha avvertito che la retinopatia solare, le ustioni retiniche e i danni legati alla cecità da eclissi possono verificarsi senza alcuna sensazione di dolore. Inoltre, l’unità sanitaria ha ricordato alle persone con bambini di monitorarli mentre usano i filtri solari.

A titolo precauzionale, le scuole pubbliche di tutto il distretto hanno riprogrammato i giorni delle loro attività professionali (PA) o hanno deciso di chiudere completamente le scuole per garantire la sicurezza degli studenti.

Ci sono state anche diverse segnalazioni secondo cui gli occhiali per eclissi solare venduti da alcuni venditori privati ​​su Amazon non forniscono la protezione necessaria. L'eclissi può essere vista solo utilizzando occhiali approvati dall'Organizzazione internazionale per la standardizzazione, contrassegnati con ISO-12312-2.

I sintomi di danno oculare possono richiedere dalle 12 alle 48 ore per manifestarsi e possono includere perdita temporanea della vista, visione offuscata o perdita della vista.

Gli esperti sanitari affermano che chiunque soffra di cecità dopo aver osservato l’eclissi dovrebbe cercare immediatamente assistenza medica.

READ  Nuove misurazioni minacciano di ribaltare il modello standard della fisica

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x