Enel ed Eni collaborano per spedire auto elettriche in Italia

Fotografia: Guglielmo Mangyapan/Reuters

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – I gruppi energetici Enel (ENEI.MI) ed Eni (ENI.MI) hanno raggiunto un accordo per consentire ai conducenti di auto elettriche di ricaricare i veicoli utilizzando le reti infrastrutturali delle due società in tutta Italia.

L’unità Enel X di Enel e l’unità di servizi elettronici per l’energia Be Charge di Enel alimenta le principali reti di ricarica dei veicoli elettrici (EV) italiane con circa 20.000 punti di ricarica.

In base all’accordo, i consumatori potranno utilizzare i punti di ricarica dai propri smartphone utilizzando Enel X, Be Charge ed Eni Apps.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

“L’interoperabilità delle infrastrutture di ricarica è una componente essenziale della strategia per implementare la mobilità elettrica in Italia”, ha affermato Federico Calino, Presidente di e-mobility Enel X.

Enel, che ha più di 13.000 punti di ricarica per veicoli elettrici, è desiderosa di accelerare lo sviluppo del suo business di e-mobility e ha affermato che potrebbe staccare e persino incorporare la sua rete di stazioni di ricarica.

Be Charge, parte di Be Power che Eni ha acquistato all’inizio di quest’anno, è di proprietà dell’unità di vendita al dettaglio e delle energie rinnovabili di Eni, che prevede di quotare l’anno prossimo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

Lo riferisce Stefano Geox. Montaggio di Barbara Lewis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  L'Italia batte il Belgio e arriva terza in Nations League

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x