Enel ed Eni collaborano per spedire auto elettriche in Italia

Fotografia: Guglielmo Mangyapan/Reuters

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – I gruppi energetici Enel (ENEI.MI) ed Eni (ENI.MI) hanno raggiunto un accordo per consentire ai conducenti di auto elettriche di ricaricare i veicoli utilizzando le reti infrastrutturali delle due società in tutta Italia.

L’unità Enel X di Enel e l’unità di servizi elettronici per l’energia Be Charge di Enel alimenta le principali reti di ricarica dei veicoli elettrici (EV) italiane con circa 20.000 punti di ricarica.

In base all’accordo, i consumatori potranno utilizzare i punti di ricarica dai propri smartphone utilizzando Enel X, Be Charge ed Eni Apps.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

“L’interoperabilità delle infrastrutture di ricarica è una componente essenziale della strategia per implementare la mobilità elettrica in Italia”, ha affermato Federico Calino, Presidente di e-mobility Enel X.

Enel, che ha più di 13.000 punti di ricarica per veicoli elettrici, è desiderosa di accelerare lo sviluppo del suo business di e-mobility e ha affermato che potrebbe staccare e persino incorporare la sua rete di stazioni di ricarica.

Be Charge, parte di Be Power che Eni ha acquistato all’inizio di quest’anno, è di proprietà dell’unità di vendita al dettaglio e delle energie rinnovabili di Eni, che prevede di quotare l’anno prossimo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato gratuito a Reuters.com

Lo riferisce Stefano Geox. Montaggio di Barbara Lewis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  I due prima della primavera '22: la dualità

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x