Eritrea e Italia ripartono con il Piano Mattei

Eritrea e Italia ripartono con il Piano Mattei

Ravvivare la speranza: a giugno i ministri dell’Economia del governo Meloni partiranno per un viaggio ad Asmara. Questo sarà solo il primo di una serie di voli che riuniranno finalmente le rotte dell’Italia e dell’Eritrea nell’ambito del Piano MATEI.*

IODa qui passerà anche Tali in Africa. Dalla ricostruzione del porto di Massaua, ma anche dalla valorizzazione delle eccezionali risorse naturali e ambientali che questo meraviglioso Paese ha da offrire. L’Eritrea aspetta solo che il governo italiano si metta in moto. L’Eritrea non aspetta altro che il governo italiano per iniziare.

Questo è ciò che ha detto il nostro Primo Ministro mesi fa, Georgia Meloni, E il presidente eritreo molto conservatore, Isaias Afwerki, durante Visita di Stato A Roma. L’Italia è ora pronta a tornare ad Asmara, la piccola Roma, per dare seguito a quegli accordi e contribuire alla crescita dell’Eritrea con il meglio dei suoi vantaggi in tutti i settori dall’energia all’agricoltura, dalle infrastrutture alla cultura e all’arte. Come ministri Adolfo Orso E Francesco Lollobrigida Hanno già avuto incontri bilaterali con il presidente Isaias a Roma, a partire da giugno potrebbero aggiungersi altri colleghi, a cominciare dal dinamico ministro Gennaro Sangiuliano.

Le aspettative del governo eritreo per una “cooperazione e relazioni di partenariato significative e armoniose”

“Al 15° vertice BRICS, ospitato dal Sud Africa a Johannesburg nell’agosto di quest’anno, il presidente Isaias Afwerki ha chiesto un’azione coordinata per affrontare i difetti e le carenze nella struttura di governance globale prevalente”, ha affermato il Ministro dell’Informazione. Yemane Gebremeskel Qualche giorno fa è intervenuto da Asmara, nel suo intervento durante il corso che insegno alla LUMSA.

“Le nobili aspirazioni di tutta l’umanità sono quelle di stabilire un ordine mondiale giusto ed equo in cui prevalgano la giustizia e lo stato di diritto, dove le nazioni e i popoli stabiliscano legami significativi ed equilibrati di cooperazione e partenariato basati sul rispetto dell’indipendenza nazionale e della sovranità nazionale, per società basate sulla compassione e sulla giustizia sociale.

Il ruolo dell’Italia nell’apertura globale dell’Eritrea

L’Italia guiderà questa apertura globale per l’Eritrea. Perché la nostra storia è sempre stata intrecciata con la storia dell’Eritrea, e il governo italiano riconosce il percorso che possiamo intraprendere insieme, nel quadro di… Il piano di Mate E in altre forme di cooperazione multilaterale. ma questo non è tutto. L’Italia è pronta e impegnata a fare anche la sua parte per promuovere un dialogo costruttivo tra l’Europa e l’Eritrea, Paese situato al centro di una regione colpita da tensioni e conflitti, ma anche di importanza strategica per la stabilità della regione del Mediterraneo e del Medio Oriente . .

Asmara guarda a Roma come partner principale per ripartire

Non è un segreto per nessuno l’importanza di queste coste affacciate sul Mar Rosso, lunghe 1.200 chilometri, da sempre nel mirino di Cina e [Russia’s] Appetito e interesse, e forse è proprio questo il motivo che ha spinto il governo eritreo a ritirare la cooperazione con quei Paesi. Perché l’Eritrea vuole che l’Italia sia il suo partner primario per avviare il suo sviluppo.

E proprio mentre Biden volava ad Hanoi alla fine del vertice del G20 dello scorso anno per firmare un accordo di partenariato strategico di secondo livello con il suo storico rivale, il Vietnam, i ministri del gabinetto Meloni sono pronti ad atterrare all’aeroporto internazionale di Asmara, che abbiamo costruito nel 1922. Gli italiani. Saranno ricevuti dal presidente Isaias, accompagnato dall’ambasciatore Al Maher Marco ManciniSu questo sta lavorando dall’inizio del suo mandato. Questo sarà solo il primo di una serie di voli che uniranno le rotte Italia ed Eritrea. Asmara è già pronta.

READ  #AM_Equality: 19 aprile 2022 - Campagna sui diritti umani

(di Francesco Nicola Maria Petricone | *Traduzione del software* | Originariamente pubblicato su Sicolo d’Italia Piace “Un nuovo inizio per l’Eritrea in Italia: Asmara vigila sugli zingari (compagno di pianoforte) per il ritorno)

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x