Esiste ancora un bel gioco nel mondo brutto

A volte è comprensibile avere un rapporto di amore-odio con il calcio internazionale, specialmente in questo periodo dell’anno in cui ti muovi impettito per creare un’atmosfera imbarazzante, come un ospite indesiderato a una festa.

Man mano che i maggiori campionati europei si avvicinano al loro passo, vengono spezzati nel loro apice come mele cadenti strappate spietatamente dai rami pesanti da venti spietati.

Non è facile entusiasmarsi per la prospettiva dell’Inghilterra che passa dalla sconfitta ad Andorra, della Polonia che ignora San Marino o della Repubblica Ceca e del Galles in un pareggio pieno di errori.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x