Fetta italiana di San Giorgio nel centro di Milwaukee

Anche se non te lo dico dalla Costiera Amalfitana, ne ho trovato un po’ nel centro di Milwaukee. San Giorgio Pizzeria Napolenta è la fetta d’Italia perfetta per un soggiorno (appropriato) quest’estate. All’angolo tra Kilbourn Street e North Old World Third Street (o MLK Drive), Gino Fazzari del Calderone Club ci porta più d’Italia con Milwaukeeans con l’unico posto verificato Vera Pizza Napiletana in città.

L’executive chef Robin Brown è il dolce ragazzo italiano che è uscito direttamente dai tuoi sogni (o dall’ultimo film Disney LucaMi ha spiegato con passione la storia e il pedigree della pizza napoletana in questa piccola città americana. Brown spiega che mentre la pizza a Napoli è autentica, varia a seconda di chi chiedi. “Era sempre la stessa quantità di pasta”, ma l’illusione di una torta più grande è ciò che la distingue da una città all’altra e da un negozio all’altro. Le sue parole oggi suonano reali nel mondo della pizza.

In quanto ex newyorkese, desidero ardentemente Little Italy più spesso di quanto probabilmente sia salutare. Mi mancano le luci, la musica, il dolce e il caffè ogni ora, ma qui tutto è possibile. Lo chef mi ha iniziato con zuccotto de melanzane (melanzane fritte ripiene di ricotta fresca, mozzarella fiordilatte e un po’ di ragù napoletano), i miei arancini fatti in casa preferiti (o una supplì se sono in una città di Chicago) . Successivamente, passiamo alle cose più pesanti di cui sono fatti i sogni.

Lo chef mi ha sorpreso con i suoi gnocchi fuori stagione con gorgonzola, funghi e noci. Come se non bastasse, sono arrivati ​​i paccheri alla genovese con ragù per 24 ore. Per l’evento principale è arrivato lo special calabrese, preparato con salsa di pomodorini gialli, mozzarella affumicata e diplopeptidico calabrese. Favoloso.

READ  Dolce & Gabbana chiede ai blogger statunitensi un risarcimento di oltre 600 milioni di dollari

È morta ed è andata nel paradiso italiano mentre Louis Armstrong ed Ella Fitzgerald suonavano “Cheek to Cheek” mentre io pensavo. Un’altra conseguenza per la Costa Centrale.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x