Finale Euro 2020 Italia Inghilterra

Londra (AFP) – Pirlo “Panenka”. stivale d’oro di silace. Un’altra emozionante esultanza per il gol di Marco Tardelli.

La rivalità del Gran Campionato – se così si può chiamare – tra Italia e Inghilterra è stata segnata da alcuni momenti notevoli, tutti degli italiani.

In quattro partite tra Mondiali o Europei, gli Azzurri ne hanno vinte tre e nell’altra sono avanzate ai rigori.

L’Inghilterra potrebbe avere un vantaggio in casa nella finale di Euro 2020 tra le due squadre domenica a Wembley, ma storicamente l’Italia ha il vantaggio.

“Conosciamo la portata del compito”, ha detto il Ct dell’Inghilterra Gareth Southgate. “È il più grande test possibile che possiamo eseguire”.

Questa non è una classica rivalità internazionale. Infatti, si sono incontrati solo una volta in un grande torneo ad eliminazione diretta ed è stato nel 2012, quando l’Italia ha vinto 4-2 ai rigori a Kiev – dopo lo 0-0 nei tempi supplementari – nell’ultimo calcio di rigore per il cuore di Inghilterra.

E’ bene ricordare il rigore “Panenka” preso dall’elegante centrocampista Andrea Pirlo nel bel mezzo dei calci di rigore. L’Inghilterra è stata comunque un po’ fortunata ad arrivare così lontano dopo averli venduti più di loro per gran parte della partita.

Questo argomento è stato.

La prima partita tra Inghilterra e Italia in un torneo è arrivata a Euro 1980, quando Tardelli ha portato sul palo dopo il portiere Peter Shilton per ottenere una vittoria per 1-0 per gli Azzurri nella loro seconda partita del girone.

Tardelli era famoso per la sua celebrazione gridando e agitando i pugni dopo aver segnato il secondo gol dell’Italia nella vittoria per 3-1 sulla Germania Ovest nella finale della Coppa del Mondo 1982. Anche la sua reazione dopo il vincitore dell’Inghilterra è stata emozionante mentre si faceva strada lungo il perimetro del campo prima di rotolare a terra e stringersi la testa tra le mani.

READ  La manifattura italiana sprona la speranza per la ripresa economica del 2021

Nel 1990, le due squadre si incontrarono in una partita per il terzo posto ai Mondiali in Italia. È una partita in cui nessuno vuole davvero giocare, arrivata subito dopo la sconfitta in semifinale, ma almeno ha dato all’attaccante italiano Salvatore Schillaci la possibilità di diventare il capocannoniere del torneo.

E lo ha eseguito, e ha trasformato un calcio di rigore all’86 ‘per dare all’Italia una vittoria per 2-1, e ha concluso la partita con sei gol, una differenza reti dall’attaccante cecoslovacco Tomas Skhravy.

L’unico altro incontro del torneo è stato nella fase a gironi della Coppa del Mondo 2014 e gli italiani hanno vinto di nuovo, con un colpo di testa di Mario Balotelli nel secondo tempo che ha regalato loro una vittoria per 2-1 nella calda Manaus nell’Amazzonia brasiliana.

Da allora, ci sono stati due pareggi per 1-1 nelle amichevoli, nessuno dei quali era stato giocato prima che Roberto Mancini diventasse allenatore dell’Italia nel maggio 2018.

Il record complessivo è di 11 vittorie per l’Italia e otto vittorie per l’Inghilterra in un totale di 27 partite. L’Inghilterra è imbattuta nei primi otto incontri e ha ottenuto solo una vittoria nelle ultime sette.

Sotto Mancini, l’Italia è imbattuta da 33 partite, un record nazionale.

“Sono stati una grande squadra negli ultimi due anni”, ha detto Southgate. Abbiamo seguito da vicino i loro progressi. Conosciamo il loro modo di giocare – grande carta, grande stile – è sempre difficile segnare contro di loro”.

L’influenza dell’Italia sul calcio inglese nazionale è stata enorme negli ultimi dieci anni, con tre allenatori – Mancini (Manchester City nel 2012), Claudio Ranieri (Leicester nel 2016) e Antonio Conte (Chelsea nel 2017) – che hanno guidato le squadre ai titoli della Premier League.

READ  Perché i giovani dovrebbero imparare l'arte del cucito?

Mancini ha interrotto i 44 anni di attesa del City per il titolo di Premier League, ma è stato espulso un anno dopo, appena tre giorni dopo la sconfitta in finale di FA Cup contro il Wigan.

Quella sconfitta è arrivata a Wembley, dove Mancini torna domenica nel tentativo di portare l’Italia al secondo titolo europeo.

“Penso che l’Italia sia sempre una grande partita”, ha detto il centrocampista italiano Marco Verratti, che ha esordito in nazionale nella sconfitta per 2-1 contro l’Inghilterra in un’amichevole a Berna, in Svizzera, nell’agosto 2012.

“Due grandi squadre e nazioni. Entrambe meritano di essere in finale. Hanno fatto un torneo entusiasmante. Entrambi abbiamo fatto bene ma ci può essere un solo vincitore e spero che saremo noi”.

___

Altro da AP soccer: https://apnews.com/hub/soccer e https://twitter.com/AP_Sports

___

Steve Douglas è su https://twitter.com/sdouglas80

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x