Funzionari di Biden visitano il confine tra Stati Uniti e Messico per monitorare un aumento degli attraversamenti | Immigrazione negli Stati Uniti

Il nuovo segretario americano per la sicurezza interna, Alejandro Mayoras, ha effettuato una visita Amministrazione di Biden I funzionari sono arrivati ​​al confine con il Messico sabato, tra un numero crescente di valichi di frontiera e le critiche da parte dei repubblicani sul fatto che la crisi si stesse preparando.

Joe Biden ha cercato di invertire le rigide politiche di immigrazione del suo predecessore come presidente, Donald Trump, la cui presidenza era dominata dagli sforzi per costruire un muro di confine e ridurre il numero di immigrati legali e illegali.

Biden ha affrontato le critiche degli attivisti dell’immigrazione che affermano che i bambini e le famiglie non accompagnati sono trattenuti troppo a lungo nei centri di detenzione piuttosto che essere rilasciati durante l’elaborazione delle domande di asilo.

La Casa Bianca ha detto la scorsa settimana che Biden aveva chiesto al suo staff superiore di recarsi al confine e denunciare l’afflusso di minori non accompagnati. Ha rifiutato al momento di rivelare i dettagli sul volo, citando problemi di sicurezza e privacy.

La Casa Bianca ha detto domenica che Mayuras e funzionari, tra cui la consigliera per le politiche interne Susan Rice, hanno visitato una struttura di pattuglia di frontiera e una struttura di reinsediamento dei rifugiati.

“Hanno discusso le esigenze di capacità dato il numero di bambini e famiglie non accompagnati che raggiungono i nostri confini”, afferma una dichiarazione, “sfide complesse nella ricostruzione delle infrastrutture di confine distrutte e del sistema di immigrazione, nonché miglioramenti che devono essere fatti per ripristinare la sicurezza e misure per affrontare i minori non accompagnati e accoglierli e ospitarli presso le loro famiglie o gli sponsor.

READ  Questo è il modello "groviera": tutte le scappatoie in una pandemia

“I funzionari hanno anche discusso dei modi per garantire un trattamento equo e umano dei migranti, la sicurezza della forza lavoro e il benessere delle comunità vicine di fronte a una pandemia globale”.

L’afflusso di persone che cercano di attraversare il confine sarà probabilmente un grosso problema nelle elezioni di medio termine del 2022. Trump potrebbe usarlo per radunare la sua base contro Biden e gettare le basi per un possibile ritorno come candidato alla presidenza nel 2024 o come modo per sostenere un successore.

“Il confine sta crollando mentre parlo”, ha detto domenica a Fox News il senatore repubblicano Lindsey Graham, uno stretto alleato di Trump.

“La migrazione nel 2022 sarà un problema più grande di quanto non fosse nel 2016.”

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x