Gino D’Acampo parla se supporterà l’Inghilterra nella finale dell’Europeo

Gino Dakambo ha ammesso che non assisterà alla finale del Campionato Europeo dell’Inghilterra contro l’Italia perché non può decidere quale squadra tiferà.

Lo chef televisivo, 44 ​​anni, è nato a Napoli, nel sud Italia, ma si è trasferito a Londra all’età di 19 anni per intraprendere una carriera nel settore della ristorazione e da allora ha vissuto nel Regno Unito.

Apparendo su This Morning di ITV, D’Acampo ha detto ai presentatori Holly Willoughby e Phillip Schofield che si sentiva in conflitto nel sostenere il suo paese natale o adottato.

D’Acampo, che condivide tre figli con la moglie Jessica, ha dichiarato: “La partita di ieri è stata fantastica… ed è molto difficile per me in questo momento perché domenica sarà piena di emozioni contrastanti.

“Sono nato in Italia ma ho vissuto tutta la mia vita in Inghilterra, quindi è dura per me, tornare a casa o andare a Roma”.

Dacambo ha detto che non aveva intenzione di guardare la finale e ha invece prenotato una battuta di pesca.

Quando gli è stato chiesto dei suoi figli, ha detto: “Penso che al momento stiano dalla parte inglese più degli italiani.

Vicino

Gino d’Acampo con il figlio Luciano (Matt Krusik/Penn.)

“Non posso guardare la partita di domenica.

“Sarebbe come guardare due dei tuoi figli competere tra loro.

“Così ho deciso di andare a pescare.”

Schofield ha suggerito che esistessero tensioni simili all’interno della sua famiglia.

Ha detto: “L’amico di mia nipote è italiano, quindi faceva il tifo per noi durante le partite dell’Inghilterra e ora non so cosa accadrà”.

Willoughby ha detto che l’eredità italiana di suo marito Dan Baldwin significava che anche la sua famiglia era divisa.

Ha detto: “Mia suocera è italiana e il fratello Dan sta sicuramente andando dalla parte italiana.

“Siamo dalla parte inglese, quindi c’è davvero una spaccatura nella famiglia”.

READ  22 dei migliori film sulle auto che non erano Fast and the Furious

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

| La Tribuna | 2021 Tutti i diritti riservati

Read also x